Society
di Gabriele Ferraresi 13 Ottobre 2016

Il Movimento dei Forconi esiste ancora

Nell’inverno del 2013 erano su tutti i giornali. Poi sono spariti. Poi hanno bruciato la bandiera dell’ISIS. E adesso? E adesso è il trionfo del gentismo

Quando i Forconi bruciarono la bandiera dell'ISIS Youtube - Quando i Forconi bruciarono la bandiera dell’ISIS

 

Sono passati tre anni dal momento d’oro dei Forconi: ve li ricordate? Eravamo negli ultimi mesi del 2013 quando tra un blocco stradale e uno ferroviario, tra un presidio e un corteo, c’era chi temeva che l’Italia stesse davvero per finire in mano a questo strano e variegato movimento spontaneista.

Un movimento le cui rivendicazioni portavano il gentismo grillino a un livello superiore: quantomeno in termini di perdita di contatto con la realtà.

I Forconi protestavano praticamente contro tutto: contro “il Far West della globalizzazione, che ha fatto sparire il lavoro. L’Italia si ferma perché ci hanno accompagnato alla fame“, contro “questo modello di Europa” per cui tendevano all’uscita dall’euro, contro “il governo dei nominati“, e molto, molto altro ancora.

Insomma, un blob ideologicamente ruspante e vicino all’estrema destra in cui c’era tutto e il contrario di tutto, uno sfogatoio che aveva avuto il suo momento culminante proprio nell’inverno di tre anni fa: poi il nulla.

 

calvani_jaguar_espresso l'Espresso

 

Oggi più che per le rivendicazioni e le proteste che “bloccarono l’Italia” i Forconi sono ricordati soprattutto per la fantastica storia della Jaguar su cui si muoveva il leader Danilo Calvani, ben riassunta da Vanity Fair: Calvani però era solo uno dei leader, che ha avuto un nuovo momento di notorietà quest’anno, candidandosi a primo cittadino di Latina, degli altri leader dei Forconi potete leggere la storia, non particolarmente edificante, in questo pezzo de l’Espresso. 

Andando a cercare su Facebook però, dei Forconi si trovano ancora tracce interessanti: molto bella la pagina 9 Dicembre Forconi, che fissa in cima alla pagina il video che trovate qui sotto. Circa 64mila condivisioni e milioni di views.

Merita di essere visto, perché c’è dentro tutto, tutto.

 

 

Che bellezza eh? Il resto della pagina non è molto differente: orgogliosi di essere italiani, la Boldrini è cattiva, acquistate prodotti italiani, uccidete i ladri che la legittima difesa è sempre ok, clandestini ladri, immigrati brutti, and so on, and so on, and so on. Una sfilza di banalità da fan page Facebook dalla parte della gente!1!! cui purtroppo siamo abbastanza abituati.

C’è stato un restyling del logo dei Forconi, ma nel complesso è sempre tutto molto casalingo, un po’ come il sito dei forconi – quantomeno, il primo risultato su Google a loro riconducibile – dove nella testata si legge di “un blog uficiale“, con una “f” sola, e sembra di leggere i fumetti dell’Omino Bufo di Alfredo Castelli.

 

movimento forconi esiste ancora iForconi.it - Che bufo!

 

Per concludere: l’altra pagina Facebook dedicata ai Forconi, è la pagina Movimento dei Forconi. Circa 67mila fan e pressoché solo condivisioni di post di Martino Morsello, già nel 2013 alla guida del movimento in Sicilia.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >