Society
di Marco Villa 10 Dicembre 2014

I muratori e i medici sono la stessa cosa: 5 prove per dimostrarlo

Questa mattina i muratori mi hanno sistemato casa. E io ho avuto un’illuminazione.

1352216177741

Questa mattina stavo per mettermi le scarpe e andare in redazione quando, senza alcun preavviso, sono arrivati dei muratori/imbianchini per risolvere un brutto problema di infiltrazioni e muffe che avevo in casa. Un’apparizione, una calata dal cielo come veri deus ex machina pronti a risolvere tutto quello che non va. Mentre allestivano l’ambiente con teli stile “CSI:Las Vegas” e si preparavano all’operazione, ho avuto il flash: i muratori sono come i medici. Non ci credete? Ecco 5 prove inoppugnabili.

 

01. “Posso aiutarvi in qualche modo?”

woman-doctor-woman-patient-3

Tu sei gentile, loro sono gentili. Ma sono due mondi non comunicanti. Andresti mai dal medico che sta curando tua mamma per chiedere se puoi aiutare a cambiare una flebo? Ecco, la tua competenza in malattie cardiovascolari e in opere di muratura è la stessa: nulla. Quindi fai un favore a te stesso e fallo a loro: evita di chiedere, così loro non dovranno fare quel sorriso di circostanza dicendo che no, stai pure tranquillo e lascia lavorare i grandi.

 

02. Il Codice

Doctors Seek Higher Fees From Health Insurers

Quando parlano tra loro, i muratori parlano in codice. Si tratta di una antichissima e oscura lingua di orgine celtica, tramandata nei secoli e poi confluita nel dialetto bergamasco. Mentre lavorano in casa tua potresti sentire dei suoni gutturali che ti sembreranno incomprensibili: non è così, si tratta di una lingua precisissima e piena di termini tecnici. Tu parli di brand awareness, strategia crossmediale, private equity o breakeven. Loro parlano di *£&?!&. Non è un errore di digitazione, il codice è una lingua orale, impossibile da mettere per iscritto. Così come è impossibile riuscire a leggere quello che scrive un chirurgo cardiovascolare.

 

03. La scelta

Older-male-doctor-with-laptop-talking-to-middle-age-male-patient

A un certo punto, per dimostrare di essere democratici, ti metteranno di fronte a una scelta: “preferisce che applichiamo un aggrappante per poi passare un antiruggine e rifinire con del tè al bergamotto oppure andiamo di napalm e malta per coibentare tutto?”. Mentre tu ti sei perso a valutare mentalmente quanto è bella la parola aggrappante, loro saranno già quasi alla fine della spiegazione delle due alternative, perché questa è un’altra differenza con il tuo lavoro: sei abituato a riunioni in cui puoi ascoltare tre parole su trenta e già ne hai due in eccesso. Qui no, qui tutto è ridotto all’osso: questi minimalisti dell’eloquio ti mettono spalle al muro senza scampo. E a quel punto tu, essere prolisso, non potrai far altro che dire: “siete voi gli esperti, mi fido!”. Esattamente come direste a un chirurgo cardiovascolare.

 

04. La bestemmia

what-makes-you-angry

Non avrai altro dio all’infuori della cazzuola. Gli stolti e gli ingenui pregano figure superiori, i pragmatici e gli studiosi sanno che non c’è nulla che possa fare qualcosa, se non le proprie mani. Inutile sperare che una macchia di umidità sparisca da sola: non è dio a cancellarla, ma l’esperta mano del sacerdote del dio malta (no, questa non è una bestemmia). Realismo e concretezza, perché quando sei all’opera non puoi permetterti di distrarti con favolette vecchie di migliaia di anni. Esattamente come un chirurugo cardiovascolare in sala operatoria.

 

05. La divisa

camh_project_physleadership

È la prova finale. Quella che dimostra senza alcuna possibilità di smentita che questa non è una teoria campata per aria, ma una vera verità. I muratori e soprattutto gli imbianchini hanno scelto per necessità una divisa bianca, per prepararsi alla vernice che inevitabilmente li avrebbe macchiati. I medici, però, avrebbero potuto scegliere qualsiasi altro colore: da un austerissimo nero a rosa glitterato e cangiante. Invece hanno scelto il bianco. Il motivo è evidente: rispetto. Rispetto e riconoscimento reciproco. Perché i muratori e i medici sono la stessa cosa.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >