Society
di Marco Villa 21 Agosto 2014

Perché non bisogna guardare il video della decapitazione di James Foley

HT_james_wright_foley_jef_140819_16x9_992

Dopo averci pensato per un giorno intero, ho deciso che non guarderò il video della decapitazione di James Foley, il giornalista statunitense rapito quasi due anni fa in Siria e ucciso il 19 agosto dai terroristi dell’IS.

Non è per una questione istintiva, di rigetto. Non è per non voler riprovare le sensazioni vissute guardando il video della decapitazione di Nick Berg, sensazioni fisiche provate durante la visione e durate a lungo. Ai tempi, parliamo di dieci anni fa esatti, la ricerca e il download del filmato richiesero tempo, segno che la volontà di vederlo era forte. Oggi bastano dieci secondi per trovare il video, ma la decisione di cercare e cliccare play ha un significato molto più grande.

Cercare e guardare il video significa esaudire il desiderio degli assassini di Foley. Significa accettare lo schema imposto dall’IS, fatto di orrore che deve essere visto per essere compreso. No, non è così. Una volta visto, l’orrore non viene elaborato (non può essere elaborato), ma lavora sottotraccia creando rabbia. Lo stesso sentimento che di solito osserviamo da lontano mentre viene vomitato nei commenti ad articoli di giornale e che va a formare un sentire collettivo che si autoalimenta, perché la rabbia porta solo ad altra rabbia.

L’aumento del rancore è esattamente quello che i membri dell’IS si propongono di ottenere. Guardare il video è stare al loro gioco e far entrare in ognuno di noi immagini e sensazioni lontanissime dal nostro vivere comune e in grado di intaccarlo nel profondo. E quel vivere comune è il vero, unico obiettivo finale dei terroristi dell’IS. Rifiutarsi di guardare il video della decapitazione di James Foley non vuol dire girare lo sguardo altrove. Vuol dire provare a fare la propria – piccolissima – parte.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >