Society
di Simone Stefanini 15 Febbraio 2016

L’ostia e il vino take away, per fare la comunione dove ti pare

Il corpo e il sangue di Cristo da portare in borsetta per fare comunione sempre, ovunque e comunque

huqagye via

 

Talvolta capitano cose che la mente umana mal riesce a capire e che hanno bisogno di anni per essere comprese appieno. La maggior parte di voi sarà andata a catechismo e quindi già avrà un’infarinatura sui sacramenti, tipo la Comunione, in cui si mangia l’ostia consacrata, che rappresenta il corpo di Gesù e (eventualmente) si bevono il vino o il succo d’uva, che equivalgono al sangue del Cristo.

Uno snack da campioni, che tira su il morale e ferma l’appetito, e che nella religione cattolica significa la ricezione dello Spirito Santo.

 

serving-suggestions-prefilled-Communion via

 

C’è un però: la religione cristiana è fondata sui misteri più di X Files, il mistero della fede, quello della Trinità, quello del concepimento virginale (che ironia della sorte non è troppo lontano dalla concezione di utero in affitto di cui tanto si parla in queste settimane). Oggi però sembra che anche i cattolici più intransigenti possano aprirsi al futuro con questo bel packaging contenente un’ostia e un po’ di succo d’uva take away, per assaggiare il Cristo un po’ dove vi pare. Lo produce la Celebrate Communion, che ha anche un sito in cui poter ordinare questo paradisiaco spuntino. Ci sono addirittura le ostie senza glutine, così se siete allergici al Cristo col glutine potete far merenda senza paura di finire al pronto soccorso (ma poi in Paradiso, a meno che durante il tracollo non abbiate bestemmiato).

 

individually-wrapped-gluten-free-wafers-box-of-25 via

 

Al Christian Supermarket (il Lidl del cristianesimo) c’è anche la confezione da 100 shottini dell’Altissimo. Si stappa la confezione, si prende l’ostia e si inzuppa nel succo d’uva, poi si deglutisce pensando al Signore con la S maiuscola.

 

Schermata 2016-02-15 alle 16.28.40 via

 

Su Imgur invece gira l’immagine di un blister ancora più piccolo, con l’ostia compressa come fosse il banale chewing gum dei ragazzi ribelli e non l’aperitivo al sapore di Gesù.

 

6dJP83t-1

 

Una botta e via, nel regno dei Cieli. Certo, io ricordo che prima di fare la comunione usava confessarsi, al fine di purificarsi dai peccati commessi. Com’era difficile parlare col prete delle ragazze.

Quindi niente, se siete in un parco, in pausa dal lavoro, in fila alle Poste e sentite l’esigenza di prendere a morsi il Golden Boy di Nazareth, prima assicuratevi d’aver parlato degli affari vostri con qualcuno, al fine di evitare le fiamme eterne. Che poi, a dirla tutta, perché mai per idolatrare qualcuno bisogna anche mangiarlo?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >