overload informativo di news come di mp3
Society
di Giulio Pons 13 Settembre 2011

Overload informativo, parallelo news e mp3

overload informativo di news come di mp3

Un tempo ascoltavo 10 cd nuovi all’anno, compravo una rivista di musica a settimana e delle band sapevo tutto: nomi dei componenti, testi, storielle e gossip, credits… poi è iniziata l’era degli mp3, di napster, dei peer to peer. Ho scaricato decine di dischi nuovi a settimana, col risultato di non sapere più chi sto ascoltando e di non riuscire ad ascoltare quasi niente con l’attenzione e l’amore di prima. Da un lato, quindi, è aumentata la quantità di musica disponibile (un bene), dall’altra è diminuito il livello di attenzione (un male). Ciò può essere accaduto per colpa mia (sono diventato più superficiale e meno interessato alla musica?) oppure è solo un meccanismo inevitabile dovuto al variare dei pesi sulla bilancia quantità-qualità?

Internet ha tolto la nostra attenzione dal disco, ha aumentatato la fruibilità e la disponibilità della musica, ma ha distrutto la centralità del disco come prodotto, come oggetto artistico. E’ un bene? E’ un male. E’ irrilevante, è così e basta.

Ora questo problema si sta riproponendo con le news: ho un elenco sterminato di titoli di news sui feed rss, cerco di leggere tutto. Anche qui sto assistendo, se non sto attento, ad un lento scivolare della qualità della mia lettura verso la superficialità. Sono nella stessa fase del download sfrenato di mp3: “riuscirò ad ascoltarli tutti?” ora è “riuscirò a leggere tutte queste news?”.
L’industria musicale è in crisi, ma c’è più musica ovunque. L’editoria è in crisi, ma ci sono news ovunque. Stessa storia.

Problema analogo alcuni lo hanno con le mail, con i post su Facebook, con i tweet: troppe mail, troppi amici, troppi following. Però qui il mezzo è nuovo e il parallelo coi dischi e gli mp3 riesce solo in parte, tuttavia il risultato non cambia: c’è troppa roba e si finisce per guardare Facebook e la propria posta anche mentre si cammina, ovviamente il più delle volte in maniera superficiale.

Questo è il problema dell’overload di informazioni e certi giorni è una fonte più o meno consapevole di stress per molti.
La soluzione nel mondo di internet si chiama “curation“, cioè la selezione dei contenuti, attività che sta crescendo sia come ruolo umano nelle redazioni che come strumento automatico nei software.

Una sorta di curation automatica pravano a farla giganti come Facebook e Google, il primo cerca di personalizzarci la bacheca mixando le informazioni dei nostri like con i nostri amici, il secondo cerca di adattarci i risultati di ricerca utilizzando le informazioni sui nostri click, ma l’obiettivo è comune, indovinare i nostri gusti e mostrarci il banner giusto su cui faremo click (Google+ cerca di recuperare quella fetta di informazioni amicali che manca a Google rispetto a Facebook).

Ci sono poi apps su iPhone/iPad come Flipboard, Plizy, Zite che cercano d’aiutarci ad organizzare tutti i contenuti filtrati e trovare la strada nel marasma di informazioni che ci circondano ed esistono anche vari algoritmi “genius”, che in base alle scelte di utenti con gusti simili ai nostri ci propongono brani da ascoltare, apps da acquistare, libri e qualunque altre cosa, anche questa è in fondo una forma di “curation” automatica.

Per tornare al parallelo iniziale tra news ed mp3, la soluzione per non arrivare a “oddio! non riuscirò mai ad ascoltare tutti questi mp3!” è più semplice: scegliere qualcuno che ti consiglia. Te lo ricordi quell’amico che sapeva tutto sul punk? Quella trasmissione radio? Quel negoziante? Ecco, bisogna trovare i loro sostituti 2.0. Scegliere cioè dei canali da seguire, scegliere le riviste, le redazioni e i blog, che da sempre sono “curatori” di contenuti. Rinunciare alla libertà del voler seguire tutto e fare una scelta a monte, fatta dall’utente per la propria sanità mentale, scelta che ridà valore e senso alle redazioni e all’editoria.

Le redazioni di riviste e giornali, a loro volta, per venire incontro all’esigenza innata dell’uomo che vuole tutto, possono aggiungere ai propri contenuti un megafeed, uno spazio per proporre la propria selezione, perchè ogni redazione che pubblica 100 articoli ne ha letti e graditi molti di più. Questa superselezione dovrebbe essere resa disponibile a tutti, perchè, probabilmente, è già un contenuto di interesse per i lettori, è un feed che possono aggiungersi al proprio aggregatore.

Alla fine, se ci pensate bene, è tutto come prima (radio/musica/riviste/news), dobbiamo solo imparare a padroneggiare la possibilità di avere tutto e dobbiamo renderci conto che un giorno ha solo 24 ore.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >