Society
di Marco Villa 13 Maggio 2014

30 parole assurde intraducibili in altre lingue, illustrate con disegni splendidi

Backpfeifengesicht (tedesco): una faccia che deve proprio essere presa a pugni

 found-in-translation-untranslatable-words-illustrations-anjana-iyer-3

tumblr_ma9ijzooxi1qhla4lo2_1280

Da ragazzino lessi “Il senso di Smilla per la neve”, un mezzo mattone di cui non ricordo nulla, se non un passaggio in cui segnalava come gli inuit (gli eschimesi) avessero decine di parole diverse per descrivere i vari tipi di neve e ghiaccio. A distanza di anni ho scoperto che si trattava di una bufala, ma mi sono consolato con questa lista di parole intraducibili, ovvero che esistono solo in una lingua e non in altre. Ce ne sono anche due italiane, una delle quali mai sentita prima.

Altre, invece, sono a tanto così dalla poesia. I disegni – splendidi – sono della designer neozelandese Anjana Iyer.

FONTE | boredpanda.com

01. Fernweh (Tedesco): nostalgia per posti in cui non si è mai stati.
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 4

02. Komorebi (giapponese): l’effetto particolare della luce del sole quando filtra attraverso le foglie degli alberi.
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 13

03. Tingo (pascuense, Isola di Pasqua): rubare uno a uno gli oggetti di un vicino, chiedendoli in prestito e non restituendoli.
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 18

04. Pochemuchka (russo): una persona che fa troppe domande.
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 6

05. Gökotta (svedese): svegliarsi all’alba per sentire il primo canto degli uccelli.
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 11

06. Bakku-shan (giapponese): una ragazza bellissima… fino a quando non la si guarda in faccia.
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 2

07. Backpfeifengesicht (tedesco): una faccia che deve proprio essere presa a pugni
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 3

08. Aware (giapponese): la sensazione dolceamara che si ha quando si sta vivendo un momento di grande bellezza
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 5

09. Tsundoku (giapponese): l’abitudine di comprare libri e ammucchiarli in pile senza mai leggerli
found-in-translation-untranslatable-words-illustrations-anjana-iyer-8

10. Shlimazl (yiddish): una persona cronicamente sfortunata
found-in-translation-untranslatable-words-illustrations-anjana-iyer-1

11. Rire dans sa barbe (francese): sogghignare misteriosamente pensando a cose del passato
found-in-translation-untranslatable-words-illustrations-anjana-iyer-16

12. Waldeinsamkeit (tedesco): la sensazione di sentirsi come quando si è soli in un bosco
found-in-translation-untranslatable-words-illustrations-anjana-iyer-7

13. Hanyauku (Rukwangali, Namibia): camminare in punta di piedi sulla sabbia calda
found-in-translation-untranslatable-words-illustrations-anjana-iyer-9

14. Gattara (italiano): donna avanti con l’età che vive sola e con molti gatti
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 10

15. Prozvonit (ceco): fare uno squillo con il telefono, sperando che l’altro richiami e non ci faccia spendere soldi
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 12

16. Iktsuarpok (inuit): la frustrazione che si prova quando si aspetta qualcuno in ritardo
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 23

17. Papakata (maori delle Isole Cook): avere una gamba più corta dell’altra
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 14

18. Friolero (spagnolo): una persona particolarmente sensibile al freddo
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 15

19. Schilderwald (tedesco): quando una strada è piena di cartelli stradali e non si capisce nulla
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 19

20. Utepils (norvegese): stare all’aperto in una giornata di sole, bevendo una birra
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 17

21. Mamihlapinatapei (yaghan, linguaggio indigeno della Terra del Fuoco): il gioco di sguardi di due persone che si piacciono e vorrebbero fare il primo passo, ma hanno paura
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 25

22. Culaccino (italiano): il segno lasciato su un tavolo da un bicchiere bagnato
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 20

23. Ilunga (tshiluba, Africa centrale): una persona che la prima volta perdona tutto, la seconda volta è tollerante, ma alla terza non ha pietà
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 30

24. Kyoikumama (giapponese): madre che pressa i figli perché abbiano grandi risultati a scuola
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 21

25. Age-otori (giapponese): stare peggio dopo essersi tagliati i capelli
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 26

26. Chai-Pani (hindi): dare soldi a qualcuno perché una pratica burocratica vada buon fine
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 22

27. Won (coreano): la difficoltà di una persona nel rinunciare a un’illusione per guardare in faccia la realtà
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 24

28. Tokka (finlandese): un grande branco di renne
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 28

29. Schadenfreude (tedesco): godere delle disgrazie altrui
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 29

30. Wabi-Sabi (giapponese): accettare il naturale ciclo di vita e morte
found in translation untranslatable words illustrations anjana iyer 27

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >