Society
di Claudia Mazziotta 20 Febbraio 2020

Perché in oriente vengono usate le bacchette invece delle posate?

In Oriente i piatti vengono serviti in piccole porzioni e in generale il cibo si presenta in dimensioni ridotte, senza che necessiti di essere tagliato: ecco perché le bacchette si dimostrano più pratiche.

Qualche anno fa, mangiare in un ristorante asiatico era una cosa esotica, da fare una volta ogni tanto giusto per assaggiare sapori nuovi. Oggi sappiamo bene che il sushi, il cinese o il thai sono diventati appuntamenti fissi per chi ha voglia di mangiare con gusto senza spendere cifre importanti, ma spesso ci troviamo di fronte alla prova più dura: l’uso disinvolto delle bacchette.

In realtà non è così difficile come sembra e, considerando che ad utilizzare le bacchette quotidianamente sono miliardi di persone, se vi sale lo sconforto il mio consiglio è quello di non deprimervi e perseverare: come tutte le cose più le si praticano più le si fanno proprie e fidatevi che, tecniche assurde a parte, imparare ad utilizzare le bacchette non è una roba impossibile! Basta solo un po’ di pazienza, un po’ di fiducia e una testa dura. Diventerà divertente e non potrete più fare a meno di godervi l’esperienza culinaria orientale a 360°.

Dimsum cantonesi Pixabay - Dimsum cantonesi

Certo, potreste sentirvi particolarmente pigri e magari aver avuto una giornata piena, o forse è tardi e l’unica cosa che vi preme di fare davanti a un bel piatto di jiaozi (ravioli cinesi) è scofanarveli il più velocemente possibile. In questo caso ci rinuncio, arrendetevi pure alle bacchette e rifugiatevi nella vostra comfort zone: le posate.

Che scegliate l’uno o l’altro, sappiate che in mano avete strumenti che hanno una storia lunghissima, come potrete immaginare. Una storia che per le bacchette è anche più antica di quella delle nostre forchette.

Ma perché gli orientali mangiano con le bacchette? Innanzitutto, perché in questo modo si disperde il calore del cibo bollente appena estratto dal brodo o dai condimenti: arrotolando intorno alle bacchette il cibo, questo si raffredda e si evita un’ustione di terzo grado, e fin qui ci siamo.

Secondo poi, l’uso delle bacchette in Oriente dipende dalla dimensione ridotta del cibo che, servito nei piatti, non necessita di essere tagliato. Il coltello è presente nelle cucine ma non sulle tavole cinesi, giapponesi, coreane e via dicendo, perché è utilizzato solo nella fase di preparazione dei cibi. Lo stesso Confucio declamava: “L’uomo onorabile e retto si tiene ben lontano sia dal macello che dalla cucina. E non permette coltelli sulla sua tavola”. (fonte: Cultura del riso).

Bisogna considerare anche che il riso viene cucinato in Asia orientale in maniera diversa dal modo in cui lo cuciniamo noi, cioè con meno quantità di acqua, il che lo porta ad “agglutinarsi” e a renderlo più “colloso”. Inoltre, la qualità del riso utilizzato in Oriente è una qualità diversa dalla nostra indica, ossia la cultivar japonica, naturalmente più agglutinante (fonte: Wikipedia). È chiaro che queste caratteristiche consentono l’uso delle bacchette in Cina, in Corea, in Giappone, in Vietnam a differenza che in Occidente: avete mai provato a mangiare con le bacchette un risotto alla milanese?

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >