Society
di Claudia Mazziotta 25 Febbraio 2020

Più smart working per tutti

Emergenza Coronavirus e decreto del 23 febbraio 2020.
In generale lo smart working non è affatto una cattiva idea. Bisogna, però, sapersi organizzare.

Sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si legge: “Con il Dpcm del 23 febbraio 2020, il Governo è intervenuto per rendere più immediato il ricorso allo smart working, o “lavoro agile”, nelle aree considerate a rischio per l’emergenza Coronavirus. In tali aeree, per favorire il normale svolgimento dell’attività lavorativa, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri consente l’attivazione dello smart working anche in assenza dell’accordo individuale.”

L’allarme Coronavirus ha spinto molte aziende a lasciare a casa i propri dipendenti per lavorare da remoto, applicando il cosiddetto smart working. Lo smart working si rivela, quindi, uno strumento prezioso per permettere ai dipendenti di continuare a svolgere le proprie mansioni senza correre rischi in una situazione di emergenza considerando che, ad oggi, l’Italia conta 250 contagi (fonte: il sole24ore).

Il decreto del 23 febbraio, tuttavia, riguarda solo le zone indicate come focolaio del virus e isolate e, secondo alcuni, bisognerebbe estendere il decreto a tutto il Nord Italia e non solo, laddove sia possibile (fonte: Corriere della Sera).

Ma che cosa è lo smart working? Quali sono i pro e quali i contro? Il cosiddetto “lavoro agile” è “un modello organizzativo che interviene nel rapporto tra individuo e azienda. Propone autonomia nelle modalità di lavoro a fronte del raggiungimento dei risultati e presuppone il ripensamento “intelligente” delle modalità con cui si svolgono le attività lavorative anche all’interno degli spazi aziendali […] ” (fonte Digital4).

Stando alle ultime statistiche In Italia gli smart worker sono 570mila e lo smart working rappresenta una realtà del 58% delle grandi imprese. Il 76% degli smart worker è soddisfatto del proprio lavoro contro il 55% degli altri dipendenti.

Lavorare da casa è senz’altro una comodità innanzitutto perchè si elimina il tempo “perso” che si impiega per andare e tornare dal posto di lavoro, spesso molto lontano dalla propria abitazione. Permette, quindi, di astenersi dalla sveglia mattutina ad orari improbabili per chi vive lontano dal posto di lavoro, evitando di affrontare gli spostamenti estenuanti.

Da considerare anche il vantaggio per le mamme e i papà che, lavorando da casa, riescono a tenere un occhio sullo schermo del pc e un occhio su quello che combinano i propri pargoli, risparmiando su asili, baby sitter e quant’altro.

Lavorare da casa permette in ultimo di scampare a tutti quegli aspetti sgradevoli che si possono incontrare in ogni attività professionale, dalla più formale alla più informale del mondo: la collega stronza che ti guarda male o che non ti guarda proprio, il rumore, le distrazioni, la stanza sovraffollata, la sedia scomoda, poca luce, troppa luce. È vero che ci sono giorni in cui può non starci bene nulla, ma, vuoi mettere: lavorare da casa in solitudine, con i propri tempi e i propri spazi… Certamente per molti risulta essere più produttivo.

 

Per altri, invece, lo smart working rappresenta delle criticità. Parliamo soprattutto di coloro che non riescono a gestire il proprio tempo e che non riescono ad evitare distrazioni mentre lavorano.

Per loro alcuni consigli: spegnere il telefono (non è che se sei solo a casa puoi metterti a fare gossip con il tuo amico del cuore o rispondere a tua madre solo perché il direttore non ti vede); fissare un orario di lavoro; organizzare il tuo spazio di lavoro in casa (il divano non va bene); informare amici e parenti che da tale ora a tale ora lavorerai perciò non potrai essere disturbato; smettere di pensare al lavoro alla fine dell’orario che hai stabilito come fine della tua giornata lavorativa (è fondamentale, sempre e comunque, scindere il lavoro dalla vita privata e per chi lavora da casa potrebbe risultare più complesso, ma bisogna imporselo).

In conclusione, lo smart working è un espediente intelligente che tutte le aziende dovrebbero essere in grado di adottare perché rende i lavoratori più felici, soddisfatti e produttivi: lo smart working consente ai lavoratori di risparmiare il tempo del viaggio tra casa e ufficio, evita lo stress del viaggio, del traffico e dei colleghi con cui non si va troppo d’accordo; chi lavora da casa può organizzare il suo spazio di lavoro come più gli aggrada e può gestire più facilmente il suo tempo sia professionale sia famigliare/personale. Ma bisogna essere capaci, organizzati e disciplinati.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >