Society
di Simone Stefanini 1 Marzo 2018

Siamo usciti sotto la neve coi risvoltini per capire cosa provate quando lo fate

Abbiamo provato per voi l’insana moda di andare in giro coperti dalla testa ai piedi lasciano fuori le caviglie nude sotto la neve

 

Nel viaggio tra casa e lavoro c’è sempre qualcuno che si domanda: “Ho visto un tipo con le scarpe senza calzini e coi risvoltini sotto la neve, ma come fa?”Effettivamente, un po’ come la storia del calabrone che fisicamente non potrebbe volare ma poi se ne frega e vola lo stesso, così anche quelli che seguono la moda della caviglia scoperta potrebbero con l’evoluzione essere diventati selettivamente atermici, proprio nei punti in cui la carne si mostra nuda.

Il nostro team di scienziati senza licenza ha voluto provare l’ebrezza di tale bizzarria e senza indugio è stato selezionato un candidato perfetto per l’esperimento, una persona che mai è stata tentata nella sua vita dal risvoltino che lascia la caviglia alla mercé delle intemperie.

Una volta denudate le caviglie dagli obsoleti calzini (o eventuali doppi calzini, vista la stagione), egli ha reintrodotto le fette all’interno delle Dr. Martens d’ordinanza, poi ha arrotolato i pantaloni quanto più gli ha permesso la coscienza e si è fatto un giro nell’isolato, tra i marciapiede colmi di candida neve che ha ammantato l’operosa Milano in questi giorni. Sotto potete vedere l’impavido mentre s’immola.

Le sue parole che abbiamo raccolto per l’esperimento sono state un susseguirsi d’epiteti offensivi nei confronti dei tempi moderni e del Padre Celeste, che non abbiamo il cuore di condividere con voi. Nella sua prova, egli non ha ravvisato alcun tipo di beneficio che la temperatura sotto lo zero e la vicinanza oggettiva della caviglia nuda alla neve possa infondere nei soggetti usi a questa stranezza del tutto inspiegabile.

Al contrario, egli ci ha raccontato che quel pertugio di nudità fa irradiare il freddo dalla punta dei piedi su fino alla zona dell’amore, rendendo la camminata ostica e gelando persino i pensieri. Che sia questione di abitudine? Probabile, tuttavia abbiamo pensato a tre possibili ragioni alla base della moda del risvoltino d’inverno:

 

1) Il soggetto fa parte di una setta di persone che comunicano con questo tratto distintivo. La setta, che chiameremo Hipster, si è sciolta almeno 5 anni fa ma nessuno l’ha avvertito.

 

2) Il soggetto sta partecipando a una gara di resistenza alla vita della quale non sappiamo assolutamente niente.

 

3) Il soggetto applica i fondamentali del masochismo e si denuda al freddo per aumentare il godimento quando arriva a casa e s’infila i doppi calzini dopo aver messo i piedi nell’acqua calda per evitare l’ormai raggiunta ipotermia.

 

Non abbiamo purtroppo dati scientifici che possano suffragare le nostre teorie ma non abbiamo neanche riscontrato nessuna possibile alternativa alle tre descritte sopra. Nel caso siate portatori sani di tale patologia, sentitevi liberi di partecipare al confronto e di raccontarci i vostri perché dietro l’insana abitudine di coprirsi dalla testa ai piedi sotto la neve lasciando accuratamente fuori le caviglie. Vi ringraziamo anticipatamente per aver aiutato la ricerca.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >