Society
di Simone Stefanini 6 Settembre 2016

Basta con i soliti buoni propositi di settembre, eccone 7 molto più importanti

Andare a correre, dimagrire, smettere di fumare… buoni propositi che muoiono in tempo zero

NON-COMMENTARE

 

Ciao, amico del club “rimando tutto a settembre”, abbiamo una brutta notizia: è settembre. Ora che il mese è iniziato, come la mettiamo coi buoni propositi? Lo sappiamo quali sono, perché sono gli stessi da 5, 6 o 60 anni a questa parte: mangiare più sano, smettere con la droga e/o l’alcol, andare a dormire prima, smettere di fumare, cercare la persona giusta, andare a vivere da soli, fare un sacco di soldi, conquistare il mondo.

Ora dicci: almeno 3 di questi ti sono mai riusciti contemporaneamente? Tipo in un anno: casa, ragazza e soldi? Le prime due con un gran colpo di culo si possono anche avverare, la terza opzione è da film americano, tipo Il segreto del mio successo e te la puoi anche scordare. Allora magari hai ripiegato sulla vita zen: basta sigarette, basta carne, basta serate folli, basta cannette e birrette, a letto alle 23 tutte le sere. Beh, se ce l’hai fatta, ti sarai annoiato così tanto che se ti capita di sgarrare ti ritrovi dritto in Una notte da leoni, col tatuaggio di Tyson in faccia.

Allora, in concreto, cosa puoi fare per stare meglio e far star meglio il prossimo? Noi qualche idea ce l’avremmo, specialmente per quanto riguarda la vida social.

 

7) Non esprimerò la mia opinione su Facebook su qualsiasi argomento

silence-ho

Non è detto che ogni giorno tu debba condividere il tuo pensiero sui social, per forza. Ogni tanto, prova a formularlo e a lasciarlo fermentare dentro di te. Magari dopo un po’ si sgonfia, magari invece acquista forza. A quel punto, valuta. Non essere protagonista su Facebook è un bell’esercizio zen, ti aiuta a renderti conto che il mondo va avanti anche senza di te.

 

6) Non farò spoiler sulle serie tv 5 minuti dopo aver visto un episodio

1450436866_spoiler3

Se sei eccitatissimo dal fatto che su Game of Thrones abbiano ammazzato tizio o su Stranger Things sia di nuovo tornata 11, non importa che gli altri fan lo debbano sapere da te. In quel caso, ti attirerai delle incredibili dosi di malocchio che ti perseguiteranno per tutto l’inverno.

 

5) Smetterò di fotografare il pranzo

giphy61

Il pranzo si mangia, non si fotografa. È roba old, non va più di moda. Uscire a cena con gli amici o con il partner, quello sì, funziona sempre, ma quando arrivano i pasti, daje di forchetta, non di telefonino.

 

4) Non commenterò se prima non avrò letto l’articolo

Shut-up

Sembra una cosa stupida da dire no? E invece la maggior parte degli utenti dei social commenta il titolo dell’articolo, senza prendersi la pena di leggerne il contenuto. Allora magari metti meno like, ma quelli che metti, che siano reali. Se proprio vuoi dire la tua e accendere una polemica, che almeno poggi su basi solide.

 

3) Berrò e andrò ai concerti

b8Q3BE7

Alzati da quel divano, hai fatto caso che più dormi più dormiresti? E allora esci, bevi, vai ai concerti, vai al cinema, vai a vedere una mostra oppure a stapparti una birra sotto un ponte in cui qualcuno sta sbombolettando qualcosa di bello. Divertiti, che poi ne avrai anche troppo di tempo per chiuderti in casa. Supporta la scena locale e pure quella globale, diventa parte del pubblico critico, non di quello passivo.

 

2) Quando sarò depresso, eviterò di lamentarmi ma metterò “destinazione ovunque” sul sito di Ryanair

IT-BANNER-VISIT-SWEDEN

Invece della frase strappalacrime su Facebook o della canzone che fa venire il latte alle ginocchia, cerca un volo a pochi soldi, fai la valigia e parti. E non dire che sei al verde, che i tre cocktail del sabato sera ti costano come un aereo per Sofia, come minimo.

 

1) Smetterò di dire alla gente cosa fare della propria vita

id3xzqw

OPS.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >