Society
di Simone Stefanini 20 Maggio 2016

Sex Factor è il talent show per trovare i nuovi talenti del porno

Abbiamo visto la prima puntata e sembra molto meglio di Amici

 sexfactor.com

 

Il mercato del reality ormai è talmente saturo che ne abbiamo visti davvero di ogni tipo. Quelli in cui si canta, si balla, si trova l’anima gemella, ci si copre di ridicolo per ritrovare un po’ di fama perduta, in cui si mangiano insetti o ci si mette a nudo nella foresta.

Era solo questione di tempo perché arrivasse il primo reality in cui si scelgono i nuovi pornostar. Si chiama, in maniera esplicita, Sex Factor ed è prodotto da XHamster, uno dei più popolari siti in cui poter vedere video porno gratuitamente, diretto concorrente dei vari YouPorn, RedTube o PornHub, quest’ultimo sempre più geniale con le trovate di marketing.

 

Due concorrenti nella sfida del bacio sexfactor.com - Due concorrenti nella sfida del bacio

 

Il reality, che va in onda solo online, per non incorrere in proteste e censura, è presentato dalla pornostar nippo-americana Asa Akira, conterrà 10 episodi di cui il primo è già visibile sul sito. 16 concorrenti, 8 uomini e 8 donne che non hanno mai fatto sesso davanti a una telecamera, dovranno darsi battaglia in sfide a colpi di fellatio, cunnilingus, stimolazioni varie, penetrazione (singola e doppia, davanti e dietro) doppiaggio di scene porno, varie ed eventuali, tutto sotto l’occhio inflessibile della giuria formata dai pornostar Tori Black, Remy Lacroix, Lexi Bell e Keiran Lee, che lavoreranno com e coach ognuno per la propria squadra. Ah, ovviamente la sicurezza è totale e i controlli medici continui.

 

I coach del reality e la presentatrice Asa Akira, sulla destra sexfactor.com - I coach del reality e la presentatrice Asa Akira, sulla destra

 

Il vincitore si porterà a casa il premio niente male del valore di un milione di dollari, di cui una parte cash e l’altra in forma di contratto per tre anni per fare film hard.

Se volete guardare il trailer oppure la prima puntata, andate pure sul sito. Noi l’abbiamo vista e diciamo che, con gli opportuni tagli e la doverosa censura, potrebbe essere un talent avvincente anche in tv.

 

gattino-sex sexfactor.com - Il famigerato gattino censore

 

Nel primo episodio si parte con  la presentazione dei concorrenti, divisi per Dicks  e Chicks, poi si entra subito in azione. I ragazzi vengono portati sul set di un film porno e se ne vedono di ogni, tipo orge in piscina e cocktail e situazioni borderline. Due dei concorrenti devono baciarsi appassionatamente, ma la cosa sembra un po’ una battaglia di wrestling su chi domina chi e alla fine il gioco viene vinto dalla ragazze. Poi si passa alla prova di dirty talking, di frasi spinte che si dicono mentre si fa sesso, ed è piuttosto divertente vederli impegnati a non ridere mentre dicono quelle cose lì. Si arriva così alla doverosa gara di sesso orale e alla prima nomination con esclusione, che capita proprio a quel ragazzo – un po’ creepy in verità – che continuava a masturbarsi durante tutto lo show.

Avrebbe avuto potenziale, ma ha detto delle frasi sessiste e la giuria è costretta a ricordargli che il porno è un mestiere paritario, in cui nessuno si deve sentire migliore dell’altro. Alla fine, il concorrente Caspian saluta dicendo che non si arrenderà e che proverà con tutte le sue forze a diventare un pornoattore. Poi si commuove e si mette a piangere. Questa cosa mi ha fatto sentire piuttosto a disagio, ma nonostante tutto, sento di voler guardare anche la seconda puntata. Sembra decisamente meglio di Amici.

 

Caspian si mette a piangere, ma non ha il Sex factor sexfactor.com - Caspian si mette a piangere, ma non ha il Sex factor

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >