Society
di Claudia Mazziotta 28 Febbraio 2020

Stop al gap di genere e alla precarietà del lavoro femminile

Gli ultimi dati Istat rilevano che le donne, ancora, sono più precarie e meno retribuite degli uomini.

Di cose che nel mondo non hanno proprio senso di esistere ce ne sono parecchie. Dopo la gente che si ferma davanti le porte appena salita sulla metro, dopo il troppo ghiaccio nei cocktail, dopo l’espresso all’estero che sa di cianuro, dopo il coriandolo, dopo le guerre e dopo qualche politico di cui non farò il nome… in cima alla lista ci sono sicuramente: la precarizzazione del lavoro femminile (perché ha una chiara componente di genere), la crescita del part time involontario, della “sovraistruzione”, il minore accesso alle figure apicali e i redditi complessivi guadagnati dalle donne che risultano inferiori agli uomini.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lo Spiegone (@lospiegone) in data:

Lo dicono i dati Istat e, in particolare, lo dice Laura Sabbadini, direttrice della Direzione centrale per gli studi e la valorizzazione tematica nell’area delle statistiche sociali e demografiche, durante un suo intervento il 26 febbraio a Roma, nella Camera dei deputati. I dati Istat descrivono un quadro davvero deprimente, ma andiamo per ordine.

Le donne che lavorano part time sono 1/3 del totale: il 32,8% contro l’8,7% degli uomini e si parla di part time per le donne per il 60% involontario, contro il 34,9% dello stesso periodo nel 2007. Si parla di part time nella sua componente involontaria, quindi non una decisione spontanea nel tentativo di far conciliare il lavoro con altri aspetti della propria vita.

Nel 2017 i redditi complessivi guadagnati dalle donne erano in media del 25% inferiori a quelli degli uomini (15.373 euro rispetto a 20.453 euro). Una differenza diminuita dal 2008, quando era del 28% ma che persiste in maniera assurda e del tutto immotivata.

Perdura anche la sotto-rappresentazione delle donne in posizioni apicali (solo del 16,8%) e in generale per le donne risulta più complesso trovare una collocazione sul mercato del lavoro conforme o all’altezza del percorso di studi intrapreso: le laureate di primo livello svolgono una professione consona al loro livello di istruzione nel 67% dei casi di contro a una percentuale che supera il 79% per gli uomini laureati di primo livello.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 5G Stereotipi Di Genere (@gapgender) in data:

Dal 1977 al 2018 il tasso di occupazione in Italia è cresciuto di solo 4,8 punti percentuali, con dinamiche contrapposte dei due sessi: per gli uomini il tasso è sceso di 7 punti (dal 74,6 al 67,6%), mentre per le donne è aumentato di 16 punti (dal 33,5 al 49,5%)” (fonte: ANSA).

 Il divario di genere è, quindi, diminuito da 41 a 18 punti nell’arco di 40 anni ma rimane tra i più alti d’Europaquasi doppio rispetto alla media europea che risulta essere di 10 punti.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >