Society
di Gabriele Ferraresi 4 Gennaio 2016

La strana storia dei rifugiati somali diventati giocatori di hockey in Svezia

In realtà giocano a bandy, una versione più dura (e dolorosa) del’hockey sul ghiaccio

La nazionale di bandy della Somalia Somaliabandy - La nazionale di bandy della Somalia

 

Il bandy è uno sport che ricorda l’hockey su ghiaccio, ma è un po’ meno rude e praticato su un terreno delle dimensioni di un campo da calcio con una pallina al posto del dischetto. Dal 1955 a oggi i mondiali di questo sport sono stati vinti sempre da tre nazioni: URSS – finché c’era: poi Russia – Svezia, e in una sola singola occasione Finlandia.

I prossimi mondiali di bandy si terranno a febbraio proprio in Russia, e sbilanciamoci: stavolta puntiamo tutto sulla rappresentativa della Somalia.

Ma com’è possibile che la Somalia abbia una rappresentativa di bandy? Ce l’ha eccome, da un paio d’anni ormai, non si allena a Mogadiscio – temperatura media annua: 27° circa – bensì a Borlänge, cittadina a 200 km a nord di Stoccolma, dove il termometro si assesta sui 4.7° medi annui e dove da anni vivono i suoi giocatori.

 

La nazionale di bandy della Somalia, versione 2014/15 Somaliabandy - La nazionale di bandy della Somalia, versione 2014/15

 

Perché la nazionale somala di stanza in Svezia è composta da migranti e rifugiati, arrivati dall’Africa alla Scandinavia negli anni passati. Hanno provato a partecipare già in passato ai mondiali nel 2014, guadagnandosi nelle parole del loro attuale allenatore il titolo di “peggior squadra che abbia mai partecipato”, realizzando 3 gol, prendendone 73, totalizzando cinque sconfitte su cinque incontri. Ma che importa…

A Ulyanovsk, in Russia, sede dei prossimi mondiali di bandy, dove le temperature medie a febbraio si assestano su un rinfrescante -10.7°, siamo tutti fiduciosi, anzi, certi che le cose andranno meglio.

Una storia che ricorda quella di Cool Runnings – Quattro sottozero, il film del 1993 che raccontava l’epopea della squadra di bob giamaicana alle Olimpiadi. Una storia vera anche quella, ispirata dal team giamaicano che si presentò ai giochi invernali di Calgary 1988.

 

La squadra di bob giamaicana che partecipò a Calgary 1988  Yahoo Sports - La squadra di bob giamaicana che partecipò a Calgary 1988

 

La nazionale somala di bandy invece è nata da un’idea di Patrik Andersson, un imprenditore di Borlänge appassionato di bandy che è riuscito a coinvolgere in un’impresa folle sia i ragazzi somali arrivati in Svezia di mettersi un paio di pattini, sia la comunità locale, che probabilmente lo considerava pazzo almeno quanto i somali. Invece la squadra va avanti, esiste ormai da qualche anno, e ha anche un documentario che ne racconta le gesta, che si intitola Trevligt Folk, del 2015.

 

 

Tutto a posto quindi? Una bella storia di integrazione tra Somalia e Svezia, cementata dallo sport? Sì e no, perché non è che in Svezia oggi le cose vadano proprio alla grande per chi arriva da lontano, magari scappando da una guerra: i circa tremila somali finiti a vivere in quel di Borlänge sono arrivati in un’altra epoca per le politiche migratorie del Paese – lo ricorda stamattina il Guardian – un’epoca in cui la Svezia ha accolto oltre 200mila tra rifugiati e richiedenti asilo da ogni angolo del pianeta.

Proprio oggi – e negli ultimi mesi – anche in Scandinavia infatti c’è stata una stretta sulle politiche nei confronti dei migranti, divenute ora a maglie molto più strette. Ma anche e proprio per questo, si sa già chi tifare ai prossimi mondiali di bandy: guul guul guul Somalia!*.

*più o meno “Forza Somalia, vinci per noi!”.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >