Society
di Simone Stefanini 31 Luglio 2017

Che succede nella tua psiche quando lavori mentre tutti sono in ferie

Non disperare, hai vinto tu, che andrai in ferie quando tutti saranno tornati col cuore pieno di tristezza. Credici.

 

Agosto in Italia è sinonimo di ferie: partenze intelligenti alle 5 del mattino in coda ai caselli, valigie che si fa prima a farle brillare che a chiuderle, bambini che piangono, genitori che discutono, poi il mare che sembrava un miraggio e invece si tramuta in un incubo di sudore, sabbia nelle mutande e sconosciuti mezzi nudi a 50 cm da voi. Ma questo lo sapete già e non siamo qui per recitare il repertorio di un comico di piazza.

La percezione delle vacanze altrui, parafrasando Oscar Wilde, è essa stessa le vacanze e chi è partito nel weekend, lascia incolmabili ferite nell’anima di chi resta in ufficio a lavorare in pieno agosto, nei giorni in cui il cambiamento climatico ci fa sudare 40° di afa.

Nonostante sappiamo bene che chi affolla le località di villeggiatura dal primo al 15 agosto in realtà si gode ben poco del sognato relax, se ci troviamo a essere gli unici stronzi che lavorano mentre tutti sono via, la loro vacanza ci apparirà quella della vita e ci sembreranno i Caraibi anche le spiagge bianche dalla soda della Solvay di Rosignano.

 

 naturamediterraneo

 

Non parliamo dell’esercito dei lavoratori stagionali, cioè di quelli che guadagnano dall’invasione dei turisti. Nonostante gli orari tipo schiavi egizi, i giorni di festa settimanale negati e la paga spesso ridicola, almeno hanno il bonus che hanno iniziato da poco e finiranno presto.

Stavolta affrontiamo il disagio di chi resta a lavoro in agosto. Quegli eroi nel vento del condizionatore accesso al massimo, che si godono escursioni termiche di 20° quando escono, con conseguente collasso e ricovero forzato al pronto soccorso più vicino. Quelli che ormai hanno messo il pilota automatico e sbrigano le pratiche con la mente altrove, tutta tempestata di pura invidia per i colleghi che, bastardi come pochi, ogni minuto postano una foto nuova: mare, aperitivo, piscina, cena di pesce, conquiste, notte folle, hangover, again and again.

 

 

Un’invidia di qualità purissima, che spesso lancia anatemi così cristallini da diventare malocchio, che investirà i colleghi in ferie in quei momenti in cui si troveranno a cambiare la gomma forata sotto il sole sotto il sole di Riccione di Riccione. Sì perché chi si diverte social, lo fa per provocare risentimento nel prossimo, pensiamo sia ormai una pratica assodata.

Purtroppo, nonostante abbiamo tutti i mezzi per poter riconoscere il fake divertimento quando lo smartphone ce lo spiattella davanti, questa sagacia ci abbandona il primo d’agosto, quando incontriamo altri poveri cristi sui mezzi che tornano a casa e fingono che le serie tv siano effettivamente meglio del gelato vista mare.

 

 

 

Questo è il nostro appello, a tutti quelli che vivono questa frustrante condizione: Avete ragione voi. Voi che prendete le ferie a settembre, quando tutti sono tornati e il giorno dopo hanno la poetica di Sartre nel cuore e lo spleen di Baudelaire nelle vene. Quell’armata di Kafka che ha passato ore e ore in coda solo per fare dei selfie in cui sembra tutto bello. Voi che avete scelto una meta davvero alternativa, perché avete bisogno di pace e serenità, non delle ceneri degli anni ruggenti di Jerry Calà. Voi che vi siete evoluti e avete capito che le ferie 1-15 agosto sono una trappola, e allora siete andati al mare a fine giugno, per una settimana fantastica in cui la spiaggia era tutta vostra e vostra soltanto.

Deponete l’ascia di guerra contro i malcapitati vostri colleghi che a malincuore devono accettare le vacanze standard degli italiani e siate colmi di letizia: avete vinto voi.

Credeteci.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >