Society
di Raffaele Portofino 9 Febbraio 2015

Tutte le megere alle quali somiglia Madonna versione Grammy 2015

Madonna non è uscita viva dagli anni ’80, dai ’90 e neppure dai 2000 :(

Non so voi, ma io ero un fan di Madonna, di quelli che conoscono “Cercasi Susan Disperatamente” a memoria, che sanno le canzoni non famose di “Like a Virgin” e che si sono guardati un milione di volte “A letto con Madonna”. Chiaro, negli ultimi 10 (20) anni non l’ho più seguita, un po’ perché  la sua musica non mi ha più ispirato feste da anni d’oro del grande Real, ma tanto, devo ammetterlo, sta nel fatto che odio come continua a conciarsi.

madonna1

Avessi ancora il numero di telefono ( l’ho perso), la chiamerei per metterla di fronte al fatto che sta diventando la versione grottesca del quadro di Dorian Gray. Che è vero, verissimo che ha inventato la trasgressione femminile nella musica e nella cultura pop e di questo, generazioni di Gaga, Britney e Miley gliene renderanno merito per sempre, ma è altrettanto vero che continuare a far vedere il culo ad ogni occasione, non le rende giustizia. E poi quel viso, una volta paffutello e promettente peccati illegali, ora è una maschera di botox, la faccia più tirata di una serata con Jerry Calà.

madonna-grammy-trasero-2

Insomma, tutto questo pippardone per dire che Madonna non mi piace più, perché non è uscita viva dagli anni 80-90 e neppure dai primi 2000. Vorrei mettere il video dell’esibizione del nuovo singolo “Living for Love” ma tutti quelli che ho trovato sono truffaldini e al posto dello show, ci sono gli americani che lo recensiscono. A parte in uno in cui si tirano in ballo gli illuminati ed il satanismo, perché di complotti ce n’è sempre bisogno. Madonna, è una questione d’affetto, non devi far finta d’avere 20 anni, ne hai 56, non fare per forza la giovane trasgressiva, l’effetto potrebbe rivelarsi l’inverso e tu, clamorosamente simile a una delle 10 megere che andiamo a sottoporvi:

(Badate bene: non è a causa dell’età. È per l’attitudine. Debbie Harry continua a fare la vamp ma ci gioca su.  Madonna invece continua a fare la gara)

(Badate benone: per le megere ritratte in guisa di Madonna: si scherza)

LE DIECI MEGERE ALLE QUALI SOMIGLIA MADONNA IN VERSIONE GRAMMY 2015:

Madonna Ventura:

ventura

 

Madonna Crudelia:

crudelia

 

Madonna Versace:

versace

 

Madonna Visitors: 

visitors

 

Madonna Miserynondevemorire:

bates

 

Madonna Cipollari:

cipollari

 

Madonna Grimilde:

grimilde

 

Madonna Mamma di Psycho:

psycho

 

Madonna perfida strega dell’est:

perfidastregaest

 

Madonna Angela-cubista-di-Uomini-e-Donne-terza-età

cubistauominidonne

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >