https://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Satiro,_Philadelphia_Museum_of_Art.jpg
Society
di Raffaele Portofino 28 Gennaio 2020

USA: è sempre ubriaco ma non beve, il suo corpo produce alcol da solo

Un signore americano ha una patologia rara: il suo organismo produce alcol

Amici che attendete il weekend come la luce alla fine del tunnel, che non vedete l’ora di timbrare il cartellino, chiudere il computer o  qualunque cosa facciate quando la settimana lavorativa è finita, per recarvi al bar a seccare ogni liquido contenente alcol, per rigenerarvi e abbassare i livelli di stress accumulato, leggendo questa notizia potreste esultare e invidiare il protagonista, invece c’è davvero da stare poco sereni.

Un uomo di 40 anni della Carolina del Nord è stato, fermato alla guida con l’accusa di essere ubriaco, ma era certo di non aver assunto alcol. Dopo gli accertamenti del caso, è stato sottoposto ad esami da parte dello studio BMJ Open Gastroenterology al Richmond University Medical Center di New York dal professor Fahad Malikl, che ha scoperto un caso più unico che raro: il corpo del suo paziente produce alcol da solo.

La sua patologia si chiama sindrome della fermentazione intestinale, Auto Brewery System (ABS). L’uomo che ne è affetto presenta un quadro sintomatologico molto simile a quello di un alcolista, pur senza bere un goccio: sonnolenza, odore pungente, andatura traballante e respiro affannoso, cosa non particolarmente simpatica per un astemio.

 

Ecco come funziona (ma ci vuole un po’ di pelo sullo stomaco): nel suo intestino si creano funghi e ceppi di lievito uguale a quello che di solito serve per fermentare la birra (Saccharomyces Cerevisiae). Come se fosse una botte in fermento, ogni giorno, ad ogni ora. Non sembra una vita facile.

La prima volta lo hanno curato con farmaci antifungini e gli hanno vietato i carboidrati. Sembrava guarito ma poi il suo copro ha riniziato a produrre alcol e i ricercatori hanno battuto la strada dell’alterazione del microbioma intestinale, una condizione dovuta  probabilmente a una cura antibiotica fatta anni prima. Dopo una cura probiotica e antifungina, sembra che il suo corpo abbia smesso di produrre drink, tranne una ricaduta dovuta all’assunzione di pizza e bibita gassata.

Tutto questo volo pindarico medico/scientifico per dirvi che no, non è figo autoprodurre alcol. Bevete con coscienza, non guidate se avete bevuto, non bevete se siete minorenni, che tanto poi recuperate dopo, don’t worry.

FONTE | news.fidelityhouse.eu

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >