Society
di Simone Stefanini 16 Gennaio 2015

Anche Marilyn Monroe e James Dean si distruggevano facendo serata

Anche i vip dell’epoca d’oro facevano come te, tutti i weekend. Loro però poi rimorchiavano.

È arrivato di nuovo venerdì, le tue aspettative sono altissime. La statistica non ti aiuta, perché negli ultimi 8 mesi hai speso un botto in alcol e club senza aver mai raccattato niente. Nè una tipa, nè un tipo, nè un curioso animale domestico. Niente. In compenso sei taggato in foto da denuncia, nelle quali sembri vivere il giorno più bello della tua vita, se non fosse per quelle macchie di vomito sulla camicia.

Dunque niente, stasera imperterrito/a torni nel club, con quel vestito nuovo che ti sta una favola ed una sola direzione possibile: il bar. Perché non è che sei timido/a, è che se non hai bevuto come Grignani prima di suonare alle sagre, proprio non ce la fai a spiccicare parola. Parli a monosillabe, dei cazzi tuoi che credi divertenti solo te, addirittura nei tempi morti tiri fuori il cellulare e chiedi aiuto all’internet, invece di andare diretto in prima base e fare un figurone.

Tutto per quella volta che alle medie la tipa (o il tipo, abbiamo capito che ‘sta roba è unisex) si è girato/a e ti ha detto “cazzo fai hai tentato di baciarmi mostro? prima di venire con te la/lo dò ai poveri”  mentre stavi per fare la mossa del giaguaro al cinema. Ma è passato tanto tempo, ora sei affascinante, non hai più bisogno di ridurti come le persone qua sotto, che mostriamo non senza orgoglio in questo comodo RVM:

[tutte le foto via]

Ubriaco come quella volta che Steve McQueen tentò di limonare John Wayne al MI AMI:

e0f92e5f5bbe3087aa1ffde07ad5859c

 

Messo male come Dean Martin che faceva il simpatico col drink fisso in mano, ma in realtà in questa foto ha tipo 20 anni portati col culo:

631d2076aa86e73feaa7a99ee7449583

 

Felice come Sofia Loren quando Paolo Ruffini la chiamò “bella topa”:

da1b4df6f414af01c84be9011fff55a5

 

Spaccata ammerda come la divina Audrey Hepburn, talmente ubriaca da rimorchiare Antony Perkins di Psycho e poi tentare di fare una cosa a tre con Bambi:

9a68e4d08f13e8e7a1f646489e20a0cb

 

Preso bene come Ernest Hemingway la mattina dopo aver fatto serata al Covo a Bologna, senza portare a casa nulla:

11d02e764f141b4aae972f59f3b1e494

 

Scattante come Sean Connery dopo aver bevuto due confezioni da sei di birra Poretti, quella con tre luppoli, mentre stava vanamente raccattando una cosplayer al Lucca Comics, che poi era un tipo:

b1064180402fa325120b5db5ab639d34

 

Per nulla smostrato come Jim Morrison quando fu arrestato davanti al Circolo degli Artisti mentre  tentava di spacciare fumo plasticone a due carabinieri:

35416b2bd6bc47fb1422db88a23fbd85

 

Intrepido come Charles Bukowski quando invitò a casa sua questo sacco per l’organico convinto d’aver fatto l’acchiappo della vita:

1-bukowski-2

 

Bello come pensava d’essere James Dean dopo aver ribaltato gli occhi al bar, nel cambio palco tra i Die Antwoord e i Prodigy

6e8d5acbc1cbc715b4d40cdbfdcd4b04

 

Sgamato come Marlene Dietrich e Ann Warner mentre parlavano a voce altissima del tipo del tavolo accanto, più volte appellato col titolo nobiliare di “palle mosce”:

190929a2d806f0434ee1380faec9d15f

 

Tranquillo come Johnny Cash nel backstage dei Club Dogo:

98b108a558abe500a306a1d970842dcd

 

A suo agio come Marilyn dopo una serata con Morgan:

b0c827991b89f3c74a05f5543783aa95

 

Innocente come Frank Sinatra mentre raccontava a Robert Mitchum cosa farebbe ad Alessia Marcuzzi:

ab6c4998878e10e7b64b8cbb34311986

 

Sano come Lee Marvin quando disse “no, no torno a casa con la mia, non ho bevuto quasi niente”:

004cf2b944304f218d142e84568cdb79

 

Buon weekend!

url

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >