Society
di Lucrezia Costantino 7 Ottobre 2020

“Wall of Lies”: tutte le bugie di Trump su un muro a New York

Situato a Brooklyn, sono state esposte le menzogne del Presidente degli Stati Uniti d’America dall’inizio del suo mandato fino ad oggi.

Le elezioni negli Usa si avvicinano. I candidati sono il democratico Joe Biden e ancora una volta il repubblicano e attuale presidente Donald Trump. La candidatura di quest’ultimo ha causato, ancora una volta, polemiche. A fine mandato Trump verrà ricordato come uno dei presidenti più odiati nella storia degli Usa. L’ostilità nei confronti dell’imprenditore americano ha causato manifestazioni, scioperi e altre azione che potessero screditarlo. L’ultima è il Wall of Lies a New York, nel quartiere di Brooklyn, ovvero il muro delle bugie. In questo muro, a cura di Radio Free Brooklyn, sono state riportate tutte le bugie del 45° presidente degli Stati Uniti d’America dal suo ingresso alla Casa Bianca fino ad oggi.

Wall of Lies is the new Hollywood Walk of Fame

Sarebbero all’incirca 20.000 le bugie e i concetti privi di senso logico detti da Trump: per l’esattezza 20.055 affermazioni false in 1267 giorni. Secondo il Washington Post, che ha stilato una lista delle menzogne più epiche, le bugie di Trump hanno una media superiore alle 15 al giorno.

Secondo i dati riportati dal Washington Post, la menzogna ripetuta più volte è quella che riguarda l’economia degli Stati Uniti. Per Donald Trump l’economia americana attualmente è la migliore della storia. Dal 2018 sembra che questa sia stata detta circa 360 volte. Può darsi che questa sia la verità ma nessun libro di economia o di storia confermano la teoria di Trump. La seconda bugia, più epica rispetto alla prima, è sulla sua barriera che si sta costruendo. Naturalmente è una menzogna poiché il progetto non è mai stato approvato. A quanto pare è stata detta circa 261 volte. Il terzo posto viene occupato dal maggior taglio delle tasse nella storia americana.

View this post on Instagram

Facebook removed a post from President Trump on Tuesday that called coronavirus “far less lethal” than the flu, reinforcing tension between the social media company and the president as the election approaches. Twitter left the same post on its site but hid it under a public interest notice and limited how it could be shared. “Flu season is coming up! Many people every year, sometimes over 100,000, and despite the Vaccine, die from the Flu. Are we going to close down our Country? No, we have learned to live with it, just like we are learning to live with Covid, in most populations far less lethal!!!” Trump’s tweet and now-deleted Facebook post reads. Twitter and Facebook have taken harsher action against Trump’s tweets this year. Twitter has labeled several of his tweets for violating its policies, starting with a fact check label in May and immediately drawing the ire of the president for its decision. But many experts still criticize the companies for not taking harsher action and say the policies are not being enforced consistently. Read more by clicking the link in our bio.

A post shared by The Washington Post (@washingtonpost) on

In un articolo del Washington Post vengono riportate quelle che, forse, sono le dichiarazioni più eclatanti degli ultimi anni, noi ne abbiamo riportate solo alcune:

  • Trump è convinto di avere un enorme sostegno dalla comunità afroamericana. Nessun dato dimostra il concetto;
  • È convinto che durante la sua campagna elettorale del 2016, Obama e Biden abbiano spiato il tutto. Nel 2017, dopo questa sua ipotesi, Trump ha accusato Obama di spionaggio;
  • Ha affermato di aver ricostruito l’esercito americano con 2,5 trilioni di dollari. Trump ha affermato che questi sono soldi per le attrezzature ma ha solo sommato tre anni di budget, quindi nessun record.

Queste sono solo alcune delle menzogne citate sul muro delle bugie di Trump. Se siete interessati all’argomento, vi consigliamo il libro pubblicato lo scorso 2 giugno dal Washington Post:  Donald Trump and His Assault on TruthThe President’s Falsehoods, Misleading Claims and Flat-Out Lies.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >