Tech
di Simone Stefanini 3 Dicembre 2015

Buon compleanno all’SMS, l’invenzione che ha condizionato la nostra adolescenza

I messaggi abbreviati, scritti rapidissimamente con la tastiera numerica. La Summer Card. L’adolescenza.

dailybest_icon_2016-(2) Mirror

 

La storia della nostra adolescenza passa inesorabilmente attraverso questa data. Il 3 dicembre del 1992 il telefono cellulare ha smesso di essere un mero oggetto di ricetrasmissione audio e ha iniziato a diventare una di quelle cose che vedevamo nei film di fantascienza. Di colpo, potevi scrivere brevi messaggi di testo.

Il primo lo inviò l’ingegnere inglese Neil Papworth da un computer a un cellulare Vodafone e conteneva un messaggio di quelli originali: Merry Christmas. Della serie: essere consapevoli di stare facendo la storia.

 

image_update_aad59c361b7b2305_1354557776_9j-4aaqsk itv - Ve l’avevamo detto, no?

 

Ora, forse non ricordate più, perché oggi l’sms (acronimo per short message system) lo si usa molto meno, in favore dei servizi di chat online come WhatsApp, ma ai tempi fu la rivoluzione totale. Eravamo diventati velocissimi a scrivere le lettere con la tastiera numerica. Premi 3 volte l’1 per la lettera c, 2 volte il numero 2 per la lettera e, e così via.

 

giphy-5  Così.

 

Il singolo messaggio conteneva 160 caratteri, poi passavi a quello dopo e lo pagavi a prezzo intero anche se scrivevi una sola sillaba.

 

cj512l memegen - Perché parlare quando si può usare l’sms?

 

A causa del limite dei caratteri, un’intera generazione ha disimparato a scrivere correttamente in italiano. Tipo, qui sotto c’è una citazione da Shakespeare.

 

cell-576x353 giovaninrete - Rinnega tuo padre, etc.

 

Al linguaggio degli acronimi degli sms è dedicata anche questa canzone di Elio e le Storie Tese e Giorgia: T.V.U.M.D.B.

 

 

In realtà l’sms è nato per mortificarci, per farci scrivere smielati “Mi manchi” al/alla ex di turno durante una serata particolarmente alcolica, per poi pentirci amaramente il giorno dopo, volendo logicamente morire al pensiero.

 

bbd41860f3ba87147bb4350b71424546a6e5e7ff21a777cb6b2d110bcd78b7e1 quickmeme - Story of my life.

 

E niente, tutti aspettavamo le pubblicità in tv con le offerte sulle tariffe del telefono e sui messaggi. Questa una storica Summer Card della Omnitel (ora Vodafone) con Megan Gale, che regalava una serie infinita di polluzioni spontanee a noi ragazzi dell’epoca.

 

 

Già che siamo in argomento, occorre ricordare uno dei telefoni più usati per mandare sms, il Nokia 3310, che oggi viene glorificato come indistruttibile.

 

1ab knowyourmeme - Il giubbotto antiproiettile di Nokia 3310

 

E non era certo come ora, che sappiamo quando parte il messaggio, quando arriva, se è stato letto o meno. Era una fottuta incognita, un’ansia invincibile che eventualmente potevi alleviare con l’avviso di ricezione, un sms che ti diceva se l’altro aveva ricevuto o meno l’sms. Inception.

 

when-i-dont-reply-to-an-sms-what-people-think-meme themilkappel - Quando non rispondo agli sms.

 

È colpa degli sms se i nostri genitori hanno voluto imparare a chattare, con risultati super scarsi.

 

12241782_456680791186993_7370390858135945395_n mammechescrivonomessaggi - Pierangelo?

 

Oggi abbiamo la percezione di usare gli sms solo quando finiamo i giga sullo smartphone. E invece non è così. Non del tutto. Sicuramente sono in declino rispetto agli anni d’oro del cellulare pre smart, però è una caduta lenta. Questo grafico parla chiaro, sono sempre i re della comunicazione testuale rapida. Grandi!

 

Schermata-2015-03-11-alle-10.47.37-500x421-1 eraclito - In Asia vanno un casino.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
52,90 €

Kit da tavolo per trasformare lo smartphone in microscopio

Si chiama Blips Ultra Labkit, è un prodotto italiano e trasforma il tuo cellulare in un microscopio. Le lenti si applicano al cellulare velocemente con un adesivo. Il kit comprende anche delle lenti macro.
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione  completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
13,76 €

Laconic Design LED Night Light

Item Type: Lighting Material: ABS Light Source: LED Luminous Flux: 20 LM (max) Current: 60-80 mA Voltage: 4.5 V , 3 x AAA Batteries Brightness: Max. 20 lumens Color Temperature: 3000K Operating Temperature: -10 to +40 degrees Celsius Sensing Distance: 3-5 m Size: 6.29 inch / 15.98 cm Features: No more searching around for a switch! This lamp will automatically turn on when motion is sensed and automatically turn off after a period of time. Features energy-efficient LEDs that deliver super-bright long-lasting illumination and with a daylight sensor installed the lights only activate in darkness saving the life of the battery! Package Includes: 1 x Night Light    
9,23 €

Lampada luna 3D

Lascia entrare la luna nella tua camera. Questa bellissima lampada ti accompagnerà durante tutta la notte con una luce lunare. Fiorando la sua superficie, inoltre, sarà possibile modificare il suo colore. CARATTERISTICHE: Materiale: PLA Sorgente di luce: LED Tempo di ricarica: 2-4 ore Tempo di funzionamento: 8-10 ore Alimentazione: USB DC:5V /1A   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30 gg.    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >