TV e Cinema
di Marco Villa 14 Giugno 2017

​Perché GLOW di Netflix potrebbe essere la vostra nuova serie preferita

Abbiamo visto in anteprima GLOW e siamo entusiasti

 

È estate e fa caldo. Parecchio caldo. Tutto nella norma, per carità, ma di fronte a queste temperature esistono due sole alternative: passare ogni serata in giro, in cerca di un refolo di vento e di aree fresche, oppure rintanarsi in casa con aria condizionata o ventilatore sparato in faccia. In caso facciate parte della seconda schiera, sappiate che presto le vostre sere potranno essere allietate da una serie tv che si candida già tra le migliori dell’anno e che potrebbe diventare facilmente la vostra preferita.

Stiamo parlando di GLOW, serie che sarà disponibile dal 23 giugno per tutti gli abbonati di Netflix. Il titolo è presto spiegato: è l’acronimo di Gorgeous Ladies of Wrestling, progetto realmente esistito negli anni ‘80 che comprendeva il lancio di una federazione di wrestling femminile e relativo canale tv.

 

 

La serie si rifà a quel mondo e racconta proprio le settimane che precedettero il lancio effettivo, con i casting delle lottatrici e il loro addestramento. Un’ambientazione strana e curiosa di suo, che viene spinta ancora più verso il grottesco dal fatto che il casting avviene non nel mondo dello sport, ma in quello del cinema. Perché si sa: il wrestling è il clamoroso punto d’incontro tra il teatro e lo sport, con incontri sceneggiati per filo e per segno e atleti che interpretano veri e propri personaggi, ognuno con le proprie caratteristiche e il proprio background narrativo.

Protagonista assoluta di GLOW è Ruth (Alison Brie), attrice trapiantata a Los Angeles dalla provincia statunitense e arrivata a un passo dalla resa, dalla rinuncia al grande sogno di Hollywood. Pur di non tornare a casa sconfitta e delusa, accetta di partecipare al casting di un regista di b-movie in rovina e di un produttore sfondato di soldi, ma senza uno straccio di professionalità. E finisce così nel circo del wrestling. La parola circo non è scelta casualmente, perché Ruth è di fatto la più stabile del gruppo, circondata com’è da personaggi estremi.

 

L’inusualità del tema è senz’altro il primo punto forte di GLOW, il secondo è invece il tono: tutti i protagonisti, nessuno escluso, vive vite piene di sofferenza e insoddisfazione, quando non addirittura di disperazione. Ciononostante, GLOW è una serie brillante come il suo titolo, capace di far ridere e di stupire, senza mai cadere nel dramma al 100%. Del resto tra le autrici c’è Jenji Kohan, già creatrice di Orange Is The New Black, altra serie con cast quasi interamente femminile capace di mischiare i generi. In entrambi i casi, sono donne la maggior parte dei personaggi, tranne quelli in ruoli di potere. E qui arriva l’altro tema della serie, una riflessione amara sul ruolo femminile, che viene magnificamente riassunta dal dialogo che apre la serie e il trailer.

GLOW sarà disponibile dal 23 giugno su Netflix, organizzatevi per bene, perché ne vale davvero la pena.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >