David Cronenberg, ecco la classifica dei suoi 10 migliori film

Il meglio di David Cronenberg, il regista che come nessuno ha raccontato perversioni e ibridazioni

david cronenberg film migliori via

 

David Cronenberg è un regista di culto. Il pioniere del body horror, cioè di quel quel genere che esplora le mutazioni del corpo e della carne, nella sua carriera ha saputo studiare le devianze e le ossessioni di ogni genere, dirigendo film tanto belli quanto (talvolta) ripugnanti, per metterci di fronte alla materia di cui è fatto l’uomo: la carne.

Ha diretto horror, film fantascientifici e specialmente negli ultimi tempi, noir violenti come A History of Violence.

Un paio d’anni fa siamo stati al Lucca Film Festival, in cui Cronenberg veniva insignito del premio alla carriera. Purtroppo, per motivi personali il regista non è stato presente in sala ma ha parlato con pubblico via Skype del suo ultimo film, Maps to the Stars del 2015: “Nei miei ultimi film mi sono occupato della condizione umana. È come vedere la realtà attraverso le diverse facce di un diamante: appariranno cose differenti ma il nucleo è sempre lo stesso. Maps to the stars è una tragedia greca sulla condizione umana nel contesto di Hollywood. Non vuole essere necessariamente una critica all’ambiente hollywoodiano, ho scelto Hollywood perché le persone che vivono lì sono molto esposte al pubblico”. 

Ecco la nostra classifica dei 10 film più belli di David Cronenberg:

 

10) eXistenZ (1999)

david cronenberg film via

eXistenZ (scritto proprio così) è un videogioco nuovo, in cui i giocatori, tramite dei collegamenti biologici, vivono un’avventura allucinata in una dimensione parallela. Per collegamenti biologici, s’intenda i controller di carne collegato direttamente alla carne. Il film è molto bello, ma vuoi per l’argomento trattato (troppo avanti per il 1999) vuoi per la morbosità di molte scene, è stato un terribile flop al botteghino.

 

9) Scanners (1981)

david cronenberg film via

Il primo successo di David Cronenberg: ha avuto 4 sequel, ma Cronenberg non c’entra niente. Telepatia, poteri psichici e stress. Michael Ironside è uno scanner che riesce a far esplodere la testa della gente col pensiero. Basta solo questo perché sia un bellissimo film, no?

 

 

8) A History of Violence (2005)

david cronenberg film via

La prima collaborazione tra David Cronenberg e Viggo Mortensen, che di certo si toglie grazie a questo film l’immagine di eroe implacabile nella trilogia del Signore degli Anelli. Segreti, bugie e come suggerisce il titolo, tanta violenza in una cittadina di provincia dell’Indiana. Tratto da un graphic novel di Wagner e Locke.

 

 

7) Spider (2002)

david cronenberg film via

Tratto dal bellissimo romanzo di Patrick McGrath, che ha scritto anche la sceneggiatura, questo film vede una prova attoriale impressionante di Ralph Fiennes che interpreta Spider, un paziente di un ospedale psichiatrico della Londra degli anni ’50, che si trova a venire a patti con i ricordi di bambino. Il finale nasconde una rivelazione che di certo non stiamo a spoilerare.

 

6) Crash (1996)

david cronenberg film via

Altro romanzo famoso e controverso, quel Crash di J.G. Ballard, in cui alcune persone tra cui Ballard stesso, si eccitano alle rappresentazioni dei più famosi incidenti stradali. Una storia perversa e morbosa, sicuramente non adatta al grande pubblico. Anche la colonna sonora dissonante rimane in testa e suggerisce sinistra eccitazione.

 

5) La mosca (The Fly – 1986)

david cronenberg film via

Il più grande successo commerciale di David Cronenberg è il remake di L’esperimento del dottor K del 1958. Stavolta, grazie al trucco e all’affiatata coppia Jeff Goldblum e Geena Davis, si vede ciò che per forza di cose negli anni ’50 non era consentito. La storia è quella di un dottore che prova ad inventare il teletrasporto, ma nella capsula entra anche una mosca che dà vita a un orribile mostro mutante.

 

4) Il pasto nudo (The Naked Lunch – 1991)

david cronenberg film via

Come sia venuto in mente a David Cronenberg di mettere su pellicola Il pasto nudo di William S. Burroughs, siamo ancora qui a domandarcelo. Il film però è molto bello e la storia dello sterminatore di scarafaggi, tra visioni, eroina, mondi immaginari e flussi di coscienza sta miracolosamente in piedi, regalando alcune sequenze da storia del cinema.

 

3) Inseparabili (Dead Ringers – 1988)

david cronenberg film via

Jeremy Irons, che attore meraviglioso. Riesce a reggere benissimo i due gemelli Beverly ed Elliot, entrambi ginecologi di fama internazionale e della loro inquietante liaison con l’attrice Claire. Gelosia e ginecologia vanno a braccetto in questa tragedia dalle tinte perverse. Ispirato ad una storia vera, che non vi diciamo altrimenti spoiler.

 

2) La zona morta (The Dead Zone – 1983)

david cronenberg film via

Che strana coppia, David Cronenberg e Stephen King. Eppure il film è uno dei migliori del regista canadese. Dopo un incidente stradale, Johnny Smith cade in coma e al suo risveglio scopre un oscuro potere che lo porta a prevedere il futuro. Le cose cambieranno quando, stringendo la mano a un Senatore, lo vedrà diventare Presidente e scatenare una guerra nucleare. Un Christopher Walken in un performance totale.

 

1) Videodrome (1983)

david cronenberg film via

La mutazione della carne all’ennesima potenza. James Woods (il nemico giurato di Peter Griffin, ma questa è un’altra storia) e Debbie Harry (voce dei Blondie) in un film che riesce davvero a essere profetico. Si parla di film snuff, di morte in diretta, di visioni e di lavaggi del cervello in un intricato e malato puzzle surreale. Tutto parte dalla televisione, che ti chiama e ti ipnotizza. Fortunatamente, questo non è successo. O sì?

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >