TV e Cinema
di Simone Stefanini 3 Febbraio 2017

Drew Barrymore diventa un’adorabile zombie cannibale in Santa Clarita Diet

In binge watching su Netflix la nuova serie tv che mischia l’horror con la commedia

Drew Barrymore negli ultimi anni ha fatto solo sporadiche apparizioni in televisione. Il suo ultimo ruolo regolare in una serie tv é addirittura del lontano 1992, a 2000 Malibu Road. Ecco perché fa strano rivederla protagonista sul piccolo schermo (e su pc, smartphone e whatever). Come la collega Winona Ryder in Stranger Things, anche la Barrymore si è scelta un ruolo inusuale, che però le calza a pennello: quello di una tranquilla e annoiata agente immobiliare con marito e figlia, che vive in un tipico quartiere residenziale di quelli con il giardino e la staccionata bianca, che in seguito a un incidente particolarmente sanguinoso, muore e si risveglia zombie affamata di carne umana in Santa Clarita Diet.

In questa nuova serie tv, la cui prima stagione è disponibile su Netflix a partire dal 3 febbraio, la bionda attrice non appare però in uno stato di putrefazione come una comparsa qualsiasi di The Walking Dead. La nuova dieta farà molto bene all’aspetto esteriore e interiore della Barrymore, che riuscirà a convincere la famiglia a seguirla in questa nuova, tremendissima avventura.

 

Va da sé che non è un vero horror, i toni sono quelli della commedia surreale e alla scrittura c’è Victor Fresco, che aveva già firmato il capolavoro di redneck comedy My name is Earl.

Il tema è decisamente inquietante e non vi sarà risparmiato nessun particolare splatter, perché la nostra eroina, coadiuvata dal marito, interpretato da Timothy Olyphant e dalla figlia (Liv Hewson), inizierà a dare la caccia alle sue prede, per saziare l’incontenibile voglia di carne umana, commettendo efferati omicidi conditi da una tonnellata di humor nero.

Sappiate però che ci vuole un bel po’ di pelo sullo stomaco per guardare alcune scene senza mettersi una mano davanti agli occhi.

 

La cosa affascinante di Santa Clarita Diet è che di base si tratta di  una serie tv sulle dinamiche familiari e sulla scoperta della propria identità. Che poi i protagonisti siano i normali vicini che “salutavano sempre” e che si scoprono terribili assassini, quella non è che la ciliegina sulla torta, un’allegoria dei casi di cronaca su cui i telegiornali marciano per mesi e di cui siamo davvero saturi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >