TV e Cinema
di Eva Cabras 28 Aprile 2017

Perché Fargo 3 è la migliore serie tv noir in circolazione

È tornata Fargo, la serie tv noir ispirata dal film dei fratelli Coen, che ogni anno riesce a catapultare gli spettatori in un mondo crudele dominato dalla casualità del destino

 

Di Fargo 3 abbiamo visto soltanto la prima puntata, ma le carte messe in tavola dallo show di Noah Hawley la rendono già la migliore serie tv noir disponibile sul mercato. Dopo aver visto il potenziale allucinatorio di Hawley con Legion, non ci stupisce che Fargo 3 si permetta di iniziare la sua nuova stagione proponendo oltre sei minuti di conversazione in tedesco, durante la quale un anonimo cittadino viene accusato dell’omicidio compiuto da un altro uomo. La situazione kafkiana dell’interrogatorio è data 1988, ma il piano temporale principale torna nelle gelide lande del Minnesota del 2010, nella cittadina di Eden Valley, che di idilliaco ha solo il nome.

 

 

La presentazione dei nuovi protagonisti avviene in maniera asciutta e accurata. Al centro delle vicende ci sono i due gemelli Emmit e Ray Stussy, entrambi interpretati da quella meraviglia scozzese di Ewan McGregor, che si trovano rispettivamente invischiati nei loschi affari di criminali internazionali e nel fortuito assassinio di un vecchio residente del posto. La figliastra della vittima è Gloria Burgle (Carrie Coon, la Nora di The Leftovers), capo della polizia locale, che nella medesima notte si troverà a gestire ben due omicidi, collegati tra loro in maniera imperscrutabile.

 

 

Il primo episodio di Fargo 3 è diretto dallo stesso Noah Hawley, che applica il suo personale mix tra rigore formale e audacia compositiva. Uno dei principali punti di forza è poi certamente lo sdoppiamento del ruolo affidato a McGregor, che porta nella serie uno dei tòpoi del giallo – la dicotomia labile tra gemello buono e gemello cattivo – e l’eterna riflessione sul tema del doppio. Trionfa così l’anima noir della serie, che attinge sapientemente dai suoi precursori cinematografici, attualizzandone alcune delle caratteristiche più peculiari. Nella terza stagione di Fargo ritroviamo la femme fatale, autoritaria e sagace, qui incarnata da Nikki (Mary Elizabeth Winstead), versione contemporanea della Peggy Blumquist di Fargo 2, che aveva il volto di Kirsten Dunst. Ritoviamo anche l’immancabile figura del poliziotto, che nei film noir classici è colui che incarna lo sguardo affamato di risposte dello spettatore.

 

 

Come già nelle precedenti stagioni, la trama di Fargo è guidata dalla casualità, da una sorta di caos organizzato dove un solo piccolo intralcio determina la rovinosa caduta di interi progetti ed esistenze. Il tempismo e l’imprevisto giocano un ruolo cruciale e il compito di trovare il proverbiale Filo di Arianna spetta solitamente al rappresentante delle forze dell’ordine, personaggio chiave dalla psicologia complessa e mai semplice espediente narrativo. Il fil rouge che lega il nuovo capitolo antologico ai precedenti è evidente e passa attraverso la riflessione sulle dinamiche familiari, sul rapporto tra cittadino e autorità, sull’implacabilità del fato. La prima puntata dello show ci ha dato solo un assaggio di cosa ci aspetta e le premesse sono senza dubbio tra le più gustose della stagione.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >