TV e Cinema
di Simone Stefanini 14 Dicembre 2015

38 anni fa usciva La febbre del sabato sera, il film icona degli anni ’70

Tony manero, il true king della sala da ballo, muoveva i primi passi oggi, nel 1977

febbre2 vogue

 

Se pensate agli anni ’70, ai pantaloni a zampa d’elefante, ai capelli cotonatissimi e alle folte basette, alla discomusic, la prima cosa che vi viene in mente è La febbre del sabato sera, il musical di John Badham che nel 1977 porta in giro per il mondo la nightlife newyorchese e chiude definitivamente il capitolo. Sì perché di lì a poco arriverà il punk e l’estetica tipica dei seventies sembrerà un lontano ricordo.

 

600full-saturday-night-fever-poster wainingintrests

 

Il capo indiscusso della situazione è Tony Manero, un italoamericano di Brooklyn estroverso e rissaiolo, che ha un solo talento: balla come un dio. Chi avrebbe potuto interpretarlo se non John Travolta?

 

tumblr_nhid1bozJu1rtmwk6o1_1280 tumblr

 

La musica, importantissima, era firmata dai Bee Gees. Ancora oggi, come parte l’intro di Stayin’ Alive, ci mettiamo in posa plastica al centro della dancefloor con il movimento pelvico, una mano su un fianco e l’altra a indicare il cielo.

 

 

Il look di Tony Manero era di quelli indimenticabili: completo bianco comprensivo di gilet, pantalone a zampa e giacca, camicia nera con colletto chilometrico, sbottonata quanto basta per far fuoriuscire i peli del petto e le svariate catenine d’oro. Idolo.

Qui sotto potete vedere tale outfit indossato per l’occasione da Ozzy Osbourne.

 

tumblr_n4fya58o3o1sp74kxo1_500-1 tumblr

 

Importantissimi erano i capelli, meglio se tetracotonati, in modo da fornire dolce giaciglio per uccellini che hanno perduto il nido.

 

large-3 weheartit

 

John Travolta, prima di cadere nel dimenticatoio come ballerino, ne aveva fatti di film in cui spopolava. Basti pensare a Staying Alive, blockbuster degli anni 80 diretto da Sylvester Stallone in cui il nostro eroe interpreta una versione di se stesso fisicatissima e molto oliata, vestita peraltro in modo sobrio.

 

tumblr_m92bo62y0w1r2w9x4o1_500 tumblr

 

Come dimenticare poi il mitico musical Grease del 1978, ambientato negli anni 50 in cui il nostrio beniamino canta e balla con Olivia Newton-John?

 

Per arrivare, ma chiaro, all’interpretazione di Vincent Vega in Pulp Fiction e al duetto con Uma Thurman.

 

giphy-11 giphy

 

Ma torniamo alla Febbre. Negli anni si è attirato centinaia di meme e di parodie, com’è giusto che sia.

 

3322846 memegenerator

 

Sotto invece, la versione del famoso balletto nel film L’aereo più pazzo del mondo.

 

Pure Jimmy Fallon ha ricalcato la famosa camminata di Travolta nel film.

 

 

 

Ma il nostro eroe non teme confronti, neanche quando, abbattuto, torna a casa dopo averle prese.

 

tumblr_n7l8lqZPYQ1qhznnpo1_1280 tumblr

 

D’altra parte, è il true king della sala da ballo. Per sempre.

 

tumblr_lkp52jZvtJ1qiy3pio1_500 tumblr

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >