TV e Cinema
di Gabriele Ferraresi 17 Dicembre 2016

“Follow the paintings”, il documentario che racconta come la criminalità sfrutta l’arte

Anonimato, lusso, segretezza: un documentario mostra il “dietro la tela” e come le organizzazioni criminali usino il mercato dell’arte per riciclare denaro sporco

 

Follow the money. Segui i soldi, e di solito troverai quello che stai cercando: è una buona regola in ogni inchiesta giornalistica. Ma succede anche che i soldi, nel 2016, non siano più il modo migliore per trasferire valore. Troppo tracciabili. Molto meglio le opere d’arte: per cui Follow the paintings, segui i dipinti. È questo il titolo del documentario di Francesca Sironi, Alberto Gottardo e Paolo Fantauzzi – con le musiche originali di IOSONOUNCANE – che andrà in onda domenica 18 dicembre alle 23.15 in contemporanea su Sky Arte, SkyTg24 e Sky Atlantic.

Noi di Dailybest abbiamo visto in anteprima Follow the paintings, ed è molto ben fatto, è da vedere. Ed è ben fatto oltre che dal punto di vista del contenuto giornalistico anche per quel che riguarda le scelte di regia e la fotografia, due aspetti più curati rispetto allo standard che siamo abituati a vedere in Italia per video inchieste analoghe.

 

 

Ma che cosa racconterà Follow the paintings?

Di come il mercato dell’arte globale, muovendo ogni anno circa 58 miliardi di euro in transazioni, sia diventato anche uno strumento efficace per le organizzazioni criminali, sopratutto in caso ci sia la necessità di riciclare denaro sporco. Un aspetto che Follow the paintings “esplora per la prima volta attraverso due casi concreti. Il primo riguarda le tracce che legano la criminalità romana, l’eversione nera e l’arte contemporanea, in particolare nella figura di Gennaro Mokbel, per arrivare a Massimo Carminati. Fra regali e “regole del gioco”, offshore e grandi inaugurazioni. Spiegati grazie a testimoni diretti e documenti esclusivi. Il secondo riguarda gli utili della ‘ndrangheta a Milano riciclati sfruttando tele seicentesche“.

 

 

Anche nelle inchieste giudiziarie il tema centrale di Follow the paintings, il riciclaggio di denaro sporco tramite le opere d’arte è un aspetto poco approfondito, per cui il nostro è stato un lavoro di inchiesta puro” spiega Francesca Sironi, autrice e regista del documentario.

Ma quali sono i motivi per cui l’arte piace alla criminalità organizzata? “Ci sono almeno tre motivi per cui il mercato dell’arte è interessante per le organizzazioni criminali – continua Francesca Sironi – il primo è il valore delle opere, che è stabilito in maniera sì complessa, ma è anche facilmente manipolabile, si può fare sollevare o far crollare. Il secondo aspetto che piace alla criminalità sono le transazioni molto riservate, quello dell’arte è un ambiente molto protettivo. Infine c’è anche un aspetto logistico: ovvero la possibilità di trasportare e stoccare facilmente opere del valore di milioni di euro“.

In Follow the paintings vedremo così in che modo le grandi organizzazioni criminali utilizzino il mercato dell’arte, con le voci di “attori del mercato ed esperti in tutta Europa. Affrontando i nodi delle perizie, dei pagamenti. Delle valutazioni. Le loro risposte sono attraversate da immagini che aprono ai “dietro la tela” del settore“.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

Maglietta de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Maglietta in edizione limitata per il concerto di Andrea Laszlo De Simone.  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >