ghostbusters 1984

Tutto quello che so della vita l’ho imparato da Ghostbusters

Manifesto per un’ortodossia acchiappafantasmi: perché il Ghostbusters del 1984 è come i Dieci Comandamenti, niente da togliere, niente da aggiungere

ghostbusters 1984  “Who ya gonna call?”

 

Lo sappiamo, tra poco arriverà anche nei nostri cinema il reboot di Ghostbusters: l’uscita nelle sale italiane è prevista per il 28 luglio, mentre negli Stati Uniti il film è già uscito da un po’ e se n’è parlato parecchio.

La nuova versione degli Acchiappafantasmi infatti ha spaccato in due critica e pubblico, tra chi ritiene tutto sommato ok una nuova versione del capolavoro di Ivan Reitman, e chi invece lo ritiene intoccabile come e forse un po’ più dei Dieci Comandamenti. Noi ci accodiamo volentieri ai secondi.

Sì. Così oggi voglio dedicare un manifesto per una rigida, severissima ortodossia su tutto quel che riguarda Ghostbusters, il film che più di ogni altro ho visto da bambino, consumando una VHS di cui ricordo persino la pubblicità prima dell’inizio del film, una Viennetta Algida digerita probabilmente nell’estate 1987.

Non parleremo delle recensioni positive o negative che il nuovo Ghostbusters del 2016 ha ricevuto oltreoceano, no, non ci interessano affatto. Au contraire oggi metterò in fila per voi i tanti motivi per cui tutto quello che so della vita, l’ho imparato da GhostbustersQuello vero, quello del 1984. 

 

La stampa è morta

Ha le mani d’oro, io lo vedo. E scommetto che le piace anche leggere!” e algido Egon Spengler ribatte a Janine, indimenticabile segretaria degli Acchiappafantasmi che “La stampa è morta“. Vaticinio oscuro, profezia difficile da interpretare all’epoca, ma che abbiamo visto affermarsi nei decenni successivi. Also sprach Egon.

 

Mai incrociare i flussi!

Norma di buonsenso per chi porta un acceleratore nucleare come zaino, ma prendiamola per quel che è: è una parabola. Mai incrociare i flussi è il precetto che dobbiamo seguire giorno per giorno, attenendoci al verbo. Tradurre questo insegnamento nel quotidiano significa fare da soli quando possibile. Ma per le imprese eccezionali fare squadra.

 

Improvvisare funziona

“Pigliala!” Era lì tutto il tuo piano? “Pigliala!” Molto scientifico!”. Quando serve un piano, ma non c’è tempo o modo di prepararne uno, l’improvvisazione può salvarci, e farci portare a casa il risultato.

 

Fatti pagare e fatti pagare bene

Ventiquattr’ore al giorno, festivi non esclusi; il lavoro non ci spaventa, il conto non vi spaventa!” e resto nel sollazzo, mi rivedo tutta l’etica protestante e lo spirito calvinista, immersi nel capitalismo degli ectoplasmi. Quanta saggezza da imparare in così poche righe! Applicabili alla situazione professionale bene o male di tutti noi: il conto non vi spaventa. Né la fattura, carissimi clienti.

 

La scienza funziona

Emblemi del mutamento di paradigma per come lo intende il filosofo Thomas Kuhn, i Ghostbusters vengono inizialmente accolti con scetticismo dalla scienza tradizionale, ancora tutt’altro che pronta ad accettare una rivoluzione scientifica. Ma la verità è tutta lì, in quel “Non rompiamo. Si inchini alla scienza” e chi frena il cambiamento, da quel cambiamento sarà travolto.

 

Il bicchiere è sempre mezzo pieno

Ehi, questa pertica funziona! Wow! Questa casa è fantastica!” e così i nostri si sono trovati una sede. La parabola della pertica ci dice anche in questo caso molto, su come dobbiamo affrontare le gioie e i dolori della vita quotidiana. Cercando sempre il buono in quello che arriva davanti, in questo caso, sotto forma di pertica in un edificio che andrebbe evacuato.

 

Godersi le piccole cose

Non sempre tutto va per il verso giusto. A volte capita anche che si debba pagare la cena con la cassa, del fondo cassa. In quel caso tutta la saggezza di millenni, conservata nel VHS originale di Ghostbusters, ci viene incontro: “Mastica piano… fallo durare”. 

 

Quando ti chiedono “Sei tu un Dio?”, rispondere sì

La fede in Ghostbusters ci dona Salvezza terrena: perché non ci illude in un mondo ultraterreno da accettare come un dogma. Macché! Ghostbusters è la Salvezza qui e ora, ci insegna che un po’ di autostima serve sempre, e serve adesso: per cui ricordiamoci sempre, “quando qualcuno ti chiede se sei un dio, tu gli devi dire sì!“.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >