TV e Cinema
di Eva Cabras 3 Ottobre 2017

Il gioco di Gerald, il matrimonio perfetto tra Netflix e Stephen King

Una storia claustrofobica che si svolge tutta nella camera da letto in cui è ammanettata una donna

Mentre in Italia stiamo ancora aspettando di vedere It, il film di Andres Muschietti basato sul capolavoro di Stephen King, arriva in sordina su Netflix un altro adattamento del multiverso di SK: Il gioco di Gerald. Dopo le cocenti delusioni avute con la serie tv The Mist e con il lungometraggio La Torre Nera, la versione filmica del libro datato 1992 costituisce una botta di vita niente male. Ottimi attori, ottimo script, ottima gestione della tensione, il tutto tenuto insieme dalla regia di Mike Flanagan. Se King sostiene di amarlo potete fidarvi, almeno stavolta.

Il film racconta della fuga romantica di Jesse e del marito Gerald, alla ricerca di un’intimità sessuale perduta. I due scelgono un cottage sul lago, appartato e silenzioso, ma sin dalle prime immagini, disseminate di strategici indizi, riusciamo a percepire che il romanticismo non avrà lunga vita. La coppia è alienata dall’impotenza di Gerald, curata a colpi di Viagra e, sorpresa, dalle fantasie di stupro che l’uomo ha in mente di concretizzare sulla moglie. Ammanettata al letto, Jesse si sente immediatamente a disagio e comincia a dissotterrare i segnali di un trauma sepolto nel passato. Quando Gerald sarà colto da un infarto, Jesse si ritroverà sola ad affrontare lo scorrere del tempo, la disidratazione e i mostri generati dalla sua mente sotto stress.

 

 

Il punto forte di Il gioco di Gerald sta proprio nel labirinto di proiezioni della mente che la protagonista creerà per non impazzire. Senso di colpa, istinto di sopravvivenza e paranoia prendono corpo, alternandosi in un mix tra sogni, allucinazioni e ricordi. Le interpretazioni di Carla Gugino e Bruce Greenwood mantengono la qualità della recitazione a livelli altissimi, aggiungendo valore a un thriller che gestisce la tensione in maniera eccellente. Non mancano momenti genuinamente ansiogeni con brevi attimi di paura, cortesemente concessi dal background horror di Flanagan, già regista di Oculus, Somnia, Il terrore del silenzio e Ouija – Le origini del male.

 

 

Come sta andando, quindi, la corsa all’adattamento kinghiano? Facciamo un riepilogo. Per il cinema abbiamo La Torre Nera (male malissimo), It (campione d’incassi record) e Il gioco di Gerald (benone), mentre per la tv abbiamo The Mist (abominio) e Mr. Mercedes (molto bene). In futuro su grande schermo ci aspettano il nuovo Children of the corn, 1922 e il secondo capitolo di It, più l’allettantissima serie Castle Rock, che promette di contenere tutto l’universo di SK. Poteva andarci peggio.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >