TV e Cinema
di Simone Stefanini 27 Gennaio 2017

Ecco il making of dei lunghi piani sequenza di La La Land

Le riprese di La La Land sono molto articolate, specialmente durante i lunghi piani sequenza. In questi video potete vedere come sono stati girati

 instagram

La La Land è un film più complesso di quanto sembri, una storia che si può leggere a vari livelli, attori straordinari e una regia complicata quanto perfetta. Sui motivi per cui le 14 nomination agli Oscar che ha collezionato siano sacrosante, ne abbiamo già parlato.

Una delle particolarità tecniche riguardo la regia di Damien Chazelle è l’utilizzo di carrelli, dolly e steadycam per seguire l’azione degli attori con lunghi piani sequenza, che per i profani sono quelle riprese in cui una sola telecamera segue l’azione senza tagli.

A questo proposito, l’operatore di steadycam (quella telecamera portata a mano con una serie di contrappesi per rendere l’immagine ferma anche quando chi la usa si muove)  Arri Robbins ha pubblicato nel suo account Instagram qualche video del making of delle riprese del film.

Una menzione particolare va alla sequenza iniziale di musical, quella corale di Someone in the Crowd che è stata fatta tutta con una gru, calcolando al millesimo di secondo i movimenti di macchina per rendere la scena spettacolare da vedere sullo schermo. Immaginiamo solo la difficoltà da parte delle molte comparse di eseguire i passi di danza, le acrobazie e il playback perfettamente sincronizzati l’uno con l’altro senza sbagliare una mossa, pena il dover ripartire dall’inizio.

https://www.instagram.com/p/BPNxfRiDab2/?taken-by=steadijew

Una delle nostre scene preferite è quella in cui Ryan Gosling suona la chitarra-tastiera in una cover band a tema anni ’80, davanti a una Emma Stone che lo prende in giro. Qui sotto potete vedere com’è stata girata.

 

https://www.instagram.com/p/BPIwVbCjUXe/?taken-by=steadijew

Nel video seguente, un altro momento di  making of del film che sbancherà gli Oscar e che in questi giorni è in tutte le sale italiane.

https://www.instagram.com/p/BPA-VjKDCGZ/?taken-by=steadijew

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >