Il Museo di David Hasselhoff è l’unico vero motivo per andare a Berlino

Alexanderplatz? Il Museo della Stasi? Il muro? Il Pergamon Museum? I currywurst? Non scherziamo

Hoff_01-1024x678ante circus-berlin.de - È tutto bellissimo

 

Ah, Berlino! La capitale dei creativi! Il cuore pulsante di energie dell’Europa! Il posto dove tutto è possibile, ripartire, farcela, sfondare. Certo… però non scherziamo, dai: l’unico vero motivo per andare a Berlino è il David Hasselhoff Museum. E David se lo merita tutto, visto che è stato uno, ma che dico uno, forse il più importante artefice della riunificazione delle Germanie: non sono pazzo eh, forse sto calcando un po’ la mano, ma che importa quando tutto sembra una storia alla Ellroy.

Gli storici mi daranno ragione, altroché!

 

hoff_shrine Mentalfloss - Che sguardo

 

Ma restiamo sul museo in onore del nostro: ebbene sì, il protagonista di Baywatch, l’uomo che rappresenta l’idea platonica di virilità da spiaggia ’80’s, pelo sul petto e short compressi a settecento atmosfere, l’uomo che si era perso in macchina a Caorso, provincia di Piacenza e aveva chiesto informazioni a un distributore di benzina – una storia meravigliosa – però, proprio lui, non solo ha un museo, ma vorrebbero anche dedicargli una strada

Posted by David-Hasselhoff-Straße on Thursday, June 7, 2012

 

Per cui: Alexanderplatz? Facciamone a meno. Il Museo della Stasi? Ma va là. Il Pergamon? Ma chissenefrega! Il muro? Per carità, che noia, tutto ma non quello.

 

 

L’unica, la sola cosa da visitare a Berlino è il David Hasselhoff Museum. Dove si trova? Dentro un ostello, il Circus Hostel e dicono i gestori che “è tutto iniziato per scherzo“, ma non si scherza con The Hoff. E infatti nel giro di qualche anno la collezione di pacchiana memorabilia è lievitata, fino a occupare un bel pezzo dell’ostello. Stupendo.

 

0021-759x500 circus-berlin.de

 

FONTE | MENTALFLOSS

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >