TV e Cinema
di Simone Stefanini 10 Ottobre 2017

Perché RuPaul’s Drag Race è il talent migliore di tutti

Paradossalmente il talent sulle drag queen è il più vero, che insegna il rispetto per ogni diversità e ad amare se stessi. Poi è troppo divertente!

 

“Potete chiamarmi lui, potete chiamarmi lei, non m’importa, l’importante è che mi chiamiate!” – RuPaul

RuPaul ha 58 anni ma come caspita faccia a sembrare sempre così giovane proprio non si sa. Nella sua versione maschile, con giacca eccentrica, testa rasata e occhiale vistoso, è proprio un bell’uomo ma quando veste abiti femminili e parrucca, che lo hanno fatto diventare negli anni ’90 la drag queen più famosa del mondo, è addirittura favoloso.

Per chi fosse vissuto in epoca differente da quella attuale (dagli anni ’50 a oggi, per l’esattezza), drag queen è la definizione che si usa per quei maschi, spesso omosessuali o transessuali, che si travestono da donna per lo spettacolo. Avete mai visto Priscilla – La regina del deserto? Esatto. Ricordate il discorso di Agrado in Tutto su mia madre? Esatto. Avete mai visto il film giapponese Funeral Parade of Roses del 1969? Ok, in questo caso siete giustificati, effettivamente è un po’ di nicchia.

 

 

La drag canta live e ancora più di frequente in playback, balla, è eccessiva, spudorata, recita un personaggio che è quello che più gli appartiene, quello che sente la vera incarnazione di se stesso. RuPaul dal 2009 ha creato un talent show per drag queen, dal nome RuPaul’s Drag Race (in italiano America’s Next Drag Queen), una specie di versione di America’s Next Top Model in versione travestita, che fa impazzire i fan di tutto il mondo.

L’edizione italiana è andata in onda per qualche stagione su Fox Life, ma la trovate interamente in catalogo su Netflix, e se non l’avete mai vista, dovete assolutamente dargli una chance. Il format è molto semplice: in ogni puntata i concorrenti (sempre gli stessi per ogni stagione) dovranno fare una mini sfida, una sfida principale e poi la sfilata finale. I due che hanno convinto meno i giudici andranno alla sfida del playback, che decreterà chi resta e chi deve volare via.

 

Il cast della nona stagione cimg - Il cast della nona stagione

 

I premi in palio sono quelli che farebbero gola a ogni drag: dollaroni, cosmetici a vita, parrucche e contratti pubblicitari. Detto così sembra la sagra della frivolezza e lo è, Dio se lo è, però in ogni puntata trova sempre spazio un momento in cui i ragazzi parlano delle loro problematiche e di ciò che li ha fatti andare avanti nei peggiori momenti. Bullismo e omofobia, certo, ma anche pericoli e malattie sessualmente trasmissibili. Un pianto, un po’ di mascara sceso con le lacrime e poi non c’è più il tempo per il dolore, si va in scena.

Ogni drag deve saper cucire i propri vestiti e pettinare le proprie parrucche, deve sapersi truccare come una professionista, deve ballare, cantare e recitare, ma sempre a modo suo. Ecco il vero motivo per cui questo talent è il più bello di tutti: massima espressione personale. Non si tratta di far piacere se stessi tirando su una maschera, un personaggio preconfezionato. Questo casomai capita in tutti gli altri talent.

 

 

Qui il personaggio e la persona sono spesso un’identità condivisa, che cambia volta per volta a seconda della donna che vogliono interpretare. Si va dai costumi impossibili, futuristici e totalmente eccessivi ai tailleur castigati stile Hillary Clinton, quindi non ci si annoia mai. Ogni puntata, i concorrenti si rinnovano del tutto, per stupirci e far rimanere di stucco i giudici.

 

 

Potete iniziare a guardarlo con diffidenza, magari non siete troppo interessati alle drag o alla cultura omosessuale in genere, ma già dopo un paio di puntate vi ritroverete a fare il tifo, a parlare di taglio dei un vestito neanche foste Dolce o Gabbana, di trucco e colori da abbinare che neanche Max Factor.

Noi maschietti etero, più di una volta ci ritroveremo a commentare “Lei è la più bella di tutte”, senza il minimo pudore o la minima esitazione. È uno show talmente avvincente che potrebbe far convertire il più conservatore degli spettatori nella drag più scatenata.

 

 

Ecco perché è il più bel talent di tutti: è sempre sorprendente, fresco, nuovo e ogni volta potrete imparare qualcosa sul rispetto delle diversità, qualsiasi esse siano, ma non solo. Mediante il percorso dei concorrenti, potrete imparare a voler bene a ciò che siete, accettare i vostri difetti e trasformarli in pregi, solo stando comodamente seduti sul divano. Perché come dice RuPaul alla fine di ogni episodio: “Se non riuscite ad amare voi stessi, come diavolo farete ad amare qualcun altro?”

Amen.

 

Don’t go breaking my heart daily mirror - Don’t go breaking my heart

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >