TV e Cinema
di Simone Stefanini 20 Febbraio 2017

Stephen King sta preparando la sua Stranger Things insieme a J.J. Abrams

Si chiamerà Castle Rock e i suoi protagonisti dovranno vedersela con i personaggi dell’universo creato dal Re del Brivido

Il teaser che avere appena visto è la cosa più eccitante che potesse capitare a un fan di Stephen King: si tratta di Castle Rock, la nuova serie tv prodotta da Hulu che è stata presentata dallo stesso King così: “J.J. Abrams ed io vorremmo invitarvi per un viaggio a Castle Rock. Presto. Siatene spaventati”.

Nella clip, i nomi dei protagonisti dei libri di SK sono tutti collegati da vene e sinapsi, a suggerire che la serie, di cui al momento sappiamo poco o niente, mostrerà  il cast alle prese con i personaggi più famosi (e più cattiivi) dei libri di King. Secondo fonti dell’Hollywood Reporter, la serie sarà antologica (in stile American Horror Story) e ogni stagione avrà protagonisti e storyline diversa, lasciando come unico comune denominatore la città di Castle Rock.  Già dalla grafica, il teaser deve molto a Stranger Things, ma in realtà è un gioco di specchi.

Gli amanti di Stranger Things sanno benissimo che la serie tv di Netflix ha preso grande ispirazione dagli universi creati da Stephen King e i Duffer Brothers, i suoi ideatori, hanno deciso di omaggiare il grande scrittore americano già dai titoli di testa, con l’iconico logo preso in prestito da quello del nome di King nei libri degli anni ’80 e ’90.

 

 telegraph

 

Lo stesso Re del brivido nel luglio scorso ha scritto un tweet in cui ha lodato Stranger Things, dicendo che guardarlo è come vedere in tv il suo greatest hits.

 

Il pubblico e la critica hanno osannato Stranger Things a tal punto che a King dev’essere venuta la pazza idea di creare la sua stessa serie tv, coi suoi personaggi più iconici, ambientata nella città immaginaria di Castle Rock, in cui King ha ambientato molti romanzi e racconti. I più famosi: La zona morta, Cujo, Il corpo (da cui è stato tratto il film Stand By Me), La metà oscura, Cose preziose, Doctor Sleep.

Il nome della città di Castle Rock  (situata nel Maine) deriva dalla montagna di pietra, anch’essa immaginaria, nel romanzo Il signore delle mosche di William Golding.

 webstage

 

Inutile dire che non vediamo letteralmente l’ora di avere altre anticipazioni in proposito. L’ultima volta che King e Abrams hanno lavorato insieme è stato per la miniserie tv 11.22.63, tratta dal romanzo di SK con James Franco come protagonista. Le premesse quindi sono buone, nonostante siamo abituati ad adattamenti discutibili tratti dai libri di King. Stavolta però potrebbe accadere il miracolo e il connubio tra SK e JJ potrebbe portare a una delle serie dell’anno.

Nell’attesa, fremiamo per i due nuovi adattamenti cinematografici tratti da Stephen King: La Torre Nera e IT, tutti in uscita quest’anno.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >