The Boys è la serie tv da guardare questa estate

The Boys è la serie tv perfetta per chi odia i buoni e senza macchia

Prime Video di Amazon sta tirando fuori serie tv straordinarie, che purtroppo hanno meno visibilità di altre solo perché gli italiani pensano che oltre Netflix non ci sia niente. Errore grossolano: basterebbero titoli come Fleabag, Good Omens, The Marvelous Mrs. Maisel, The Man in High Castle, American Gods, Hannah o The Terror (quest’ultima non originale, è di AMC ma distribuita in Italia da Prime) per avere ore e ore di intrattenimento di qualità. L’ultima serie originale, in ordine di uscita, è The Boys, ispirata al fumetto di Garth Ennis e Darick Robertson.  Chiariamo subito un concetto: parla di supereroi ma piacerà a chi i supereroi non li ha mai sopportati.

Breve ma avvincente sinossi: la Vought International è un’azienda americana che gestisce i Seven, un team di sette supereroi buoni, bravi e senza macchia, ognuno col suo potere peculiare e con i suoi punti oscuri che vengono sapientemente celati all’opinione pubblica. Funzionano grazie ai social e al loro gradimento istantaneo, sono patrioti, cristiani, il massimo dell’essere umano se al posto di Dio il mondo fosse regolato da un Trump qualsiasi. Insomma, tutta facciata e dentro quasi tutti marci fino al midollo. Dall’altra parte ci sono quelli che vogliono neutralizzarli, e sono altrettanto marci ma noi parteggiamo per loro, è ovvio. In mezzo ci sono violenza sessuale e non, droga, distopia, splatter, scorrettezze di ogni tipo e di certo non è una serie che fareste guardare con leggerezza a un under 14. Ripetiamo: è una serie adulta che i supereroi li odia.

Basta, non vogliamo spoilerare neanche un briciolo della trama perché ogni avvenimento merita di essere accolto con la giusta sorpresa, vi basti sapere che è una serie ideata da Eric Kripke, Evan Goldberg e Seth Rogen, girata in modo impeccabile ed è lo specchio della società in cui viviamo, quella che tramanda ideali duri, puri e sovranisti dietro i quali si nascondono interessi personali e ogni tipo di brutture, col popolo bue che abbocca a ogni sparata.

I Sette rappresentano gli eroi DC e Marvel più famosi: Patriota (Anthony Starr, bravissimo) potrebbe essere Superman, Queen Maeve (Domenique McElligot) sarebbe Wonder Woman, Abisso (Chance Crawford) è Aquaman, A-Train (Jessie Usher) è Flash, Black Noir è un incrocio tra Batman e Black Panther e via dicendo; dall’altra parte, fra gli antieroi al soldo della CIA ci sono gli attori Karl Urban, Laz Alonso e Tomer Kapon, ma i protagonisti della serie sono assolutamente Elisabeth Shue che interpreta il capo dei Seven, Erin Moriarty nei panni dell’eroina Starlight, la prima pentita tra i supereroi e Jack Quaid (figlio di Meg Ryan e Dennis Quaid), il ragazzo normale che, dopo un trauma, diventa un cacciatore di supereroi.

Fotografia eccellente, effetti speciali credibili ma soprattutto una storia sopra le righe che contiene tutto per piacerci: ritmo, suspense, sorpresa, commedia, dramma, satira e denuncia sociale. Niente male, per l’ennesima serie che parla di supereroi, no? Guardandola si capisce meglio anche il nostro stream su Facebook e l’esperienza non brilla per piacevolezza. The Boys è la serie rivelazione dell’estate, su Prime Video.

 

[Tutte le immagini via Prime Video]

CORRELATI >