TV e Cinema
di Simone Stefanini 29 Novembre 2016

Le protagoniste di Una mamma per amica sono come i robot di Westworld

In fondo Stars Hollow è un parco a tema abitato solo da gente bianca e ricchissima

westworld digital spy

Il 25 novembre, Netflix ha fatto uscire i nuovi episodi di Una mamma per amica, che arrivano a distanza di 10 anni dalla fine della fortunata serie tv. Di certo ricordate le avventure di Lorelai, madre single che ha avuto la figlia Rory a 16 anni e che tenta di smarcarsi dai genitori ricchissimi nella cittadina immaginaria di Stars Hollow. Insomma, l’hanno dato così tante volte in tv che anche se non volevate, ci sarete inciampati per caso. Negli stessi giorni del ritorno di Gilmore Girls, questo il titolo originale, sta arrivando a conclusione la prima stagione di Westworld, la nuova droga firmata HBO ideata da Jonathan Nolan e Lisa Joy, con grandi attori come Anthony Hopkins, Ed Harris e Evan Rachel Wood.

Potrebbe sembrare una semplice sovrapposizione di data d’uscita e di fine, ma secondo noi non è così. È un passaggio di testimone, perché tra Westworld e Una mamma per amica c’è più di un punto in comune. Anzi, secondo noi Westworld e Una mamma per amica sono la stessa cosa.

Westworld è ambientata in un parco a tema ad ambientazione western, in cui i visitatori umani possono fare ciò che vogliono delle attrazioni robotiche che lo abitano. Cosa c’entra con Gilmore Girls? Tutto! Stars Hollow, dove è ambientata la serie di Amy Sherman Palladino, non è altro che un parco tematico per ricchi, tutto popolato da robot perfettamente identici a noi. Si spiegherebbe l’atmosfera idilliaca da ricovero d’urgenza per diabete, che si respira in quella cittadina che non cambia mai e i cui abitanti sembrano personaggi di fumetti fin troppo caratterizzati.

 

edward-herrmann breathecast - Richard Gilmore della Delos

 

Nella nostra mente perversa, Stars Hollow è stata creata dal ricco e sociopatico Richard Gilmore, padre di Lorelai Gilmore, nonché uno dei soci della Delos che ha creato anche Westworld, per trovare la sua pace interiore e vivere in mezzo a persone/robot fidate. Una cittadina in cui sono tutti ricchi e bianchi, per poter stare tranquillo e vivere una vita serena con la moglie Emily, un robot creato da lui.

Così come è un robot di sua creazione Lorelai, la figlia chiacchierona.

 

636034692292958218826717554_18  Lorelai, la figlia robot

 

Lorelai vive a Stars Hollow e la sua storyline prevede che a 16 anni metta al mondo una bambina, Rory. Tutto questo perché Richard, che inizia a essere vecchio, vuole una nipote prima di morire. Non si sa perché, ma tutti i cyborg da lui inventati parlano a mille all’ora e hanno sempre la battuta pronta, facendo allontanare di corsa gli umani dal parco.

Emily, la moglie robot del creatore, è stata settata per essere perfettamente borghese, quindi inizia a odiare sua figlia Lorelai, che a sua volta diventa una ribelle. Richard ormai è vecchio e non riesce più a star dietro al codice a cui obbediscono i suoi robot e le lascia litigare. Anche perché a un certo punto ha perso la password. Rory, la nipote robot è il contrario della mamma: brava a scuola, moderata e sempre sorridente.

 

Rory, la nipote robot  Rory, la nipote robot

 

Come sappiamo, Edward Herrmann, l’attore che interpretava papà Richard, è morto nel 2014: ecco allora che, nelle nuove puntate di Una mamma per amica, Stars Hollow si ritrova senza il suo creatore e il parco rimane abbandonato a se stesso. Senza la loro guida, Lorelai e Rory vanno in crisi e si rivolgono a una psicologa che le spinge verso la presa di coscienza.

Presa di coscienza che per Lorelai si risolve nell’iniziare a uscire con un robot con le sembianze di Leland Palmer di Twin Peaks (l’attore è lo stesso: Ray Wise), mentre Rory glitcha e intrattiene relazioni promiscue con chicchessia.

Nonostante il risveglio, le due sembrano condannate: Lorelai e Rory dovranno convivere con un’attesa infinita, intrappolate in una palla di Natale, di quelle in cui nevica quando le scuoti.

E in fondo questo è anche Gilmore Girls: un universo palesemente finto che nel 2016 non ha alcun senso, abbandonato dagli umani e patria di robot che vivono in loop coi loro deliranti dialoghi, triti e ritriti, uguali a se stessi e uguali a quelli di dieci anni fa.

Forse solo Rory potrà liberare se stessa e gli altri, dopo perso definitivamente la testa, radendo al suolo il parco e uccidendo gli altri robot, ma questo è solo un nostro sogno.

 

giphy  Rory dopo essere impazzita

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >