TV e Cinema
di Simone Stefanini 29 Settembre 2017

Villa Scott, l’inquietante casa di Profondo Rosso a Torino

La villa in stile liberty è stata il set di una delle scene più angoscianti di Profondo Rosso, il capolavoro di Dario Argento

 

Se passeggiate in Corso Lanza a Torino, potreste alzare la testa e imbattervi in una villa che vi sembra familiare per qualche oscuro motivo, e sempre per quel motivo lì vi mette anche i brividi. Si tratta senza ombra di dubbio di Villa Scott, commissionata da Albert Scott progettata dall’architetto Pietro Fenoglio nel 1902.

Una splendida costruzione in stile liberty, che a un occhio più attento potreste riconoscere come la location più famosa di Profondo Rosso, il film iconico di Dario Argento che nel 2015 ha compiuto 40 anni e che ancora oggi fa impaurire più generazioni.

Villa Scott, chiamata nel film la villa del bambino urlante, è la chiave per risolvere l’enigma dietro l’assassino misterioso che trucida i malcapitati in una Torino mai così nera e che il pianista Marc Daly (David Hemmings) insieme alla giornalista Gianna Brezzi (Daria Nicolodi) tenta in ogni modo di smascherare.

 

 

Durante le riprese del film, la villa era sede di un collegio femminile e prendeva il nome di Villa Fatima. Per girare le scene nella location, la produzione pagò alle suore e alle allieve del collegio una villeggiatura “forzata” a Rimini.

La struttura di Villa Scott è molto articolata: anche a occhio nudo da fuori il cancello si scorgono logge, finestre ad arco, vetrate e decorazioni floreali, per un mix di stile liberty e neobarocco tanto opulento quanto angosciante.

 

All’inizio degli anni Duemila, la villa è stata acquistata da privati che l’hanno restaurata per riportarla agli antichi splendori, ma purtroppo essendo abitazione privata, non è visitabile all’interno. Questo non ha fatto desistere i molti fan del film dal suonare il campanello di giorno e di notte, con la speranza di potersi fare una foto dentro Villa Scott.

 

Se poi siete fan di Dario Argento, potreste fare un giro anche nella non distante piazza Crimea, in cui si trova la Casa dell’obelisco, che è stata il set del film Il gatto a nove code.

 

 mimoa

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >