Viaggi
di Dailybest 6 Settembre 2018

Dieci anni di Oktoberfest a Genova, tra svago e beneficenza

l’Oktoberfest di Genova è l’unica manifestazione ufficialmente riconosciuta dalle autorità tedesche fuori dai confini della Germania

Da giovedì 6 a domenica 23 settembre 2018 torna in Piazza della Vittoria l’Oktoberfest di Genova, l’unica manifestazione ufficialmente riconosciuta dalle autorità tedesche fuori dai confini della Germania, organizzata dalla Birreria Hofbräuhaus di Genova di Alessio Balbi, in collaborazione con il Civ di Piazza della Vittoria e Ascom.

È il 2005 quando nel cuore della città apre i battenti la Birreria Hofbräuhaus, in tutto il suo fascino e la sua atmosfera bavarese: caratteristici tavoloni in legno decorati in bianco-azzurro, insegne delle vie di Monaco, decine di boccali appesi alle pareti, un fresco biergarten e, soprattutto, le birre del marchio Hofbräuhaus, per la prima volta diffuse in Europa fuori dai confini della Germania. Nello stesso anno viene organizzata la prima Festa della Birra, allora di tre giorni, nel comprensorio di Zum Zeri, nella zona della Lunigiana. Il grande successo e i numerosi genovesi presenti all’evento, spingono gli organizzatori ad avvicinarsi sempre di più al capoluogo ligure, finché nel 2009 inaugura in Piazza della Vittoria la prima edizione di Oktoberfest. “L’idea di portare l’Oktoberfest a Genova nasce da una grande passione per cultura e la convivialità bavarese – spiega l’organizzatore e titolare della Birreria HB Alessio Balbi – Avevo il sogno di portare un angolo di Monaco nella mia città: dopo tutti questi anni la manifestazione è diventata un appuntamento fisso per i cittadini genovesi e non solo, con grande sorpresa e soddisfazione posso dire che il mio sogno si è avverato”.

Visti i recenti drammatici episodi che hanno segnato la città di Genova, quest’anno più che mai l’Oktoberfest di Genova punterà sulla solidarietà e sulle iniziative di beneficenza. La cerimonia di inaugurazione di giovedì 6 settembre si aprirà con un minuto di silenzio in segno di rispetto per le 43 vittime del crollo del Ponte Morandi. Un gesto simbolico per manifestare vicinanza ai famigliari delle vittime e a tutti gli sfollati della Valpolcevera rimasti senza dimora, per non dimenticare l’accaduto ma anche per mostrare una città ferita, ma che lotta per rinascere. E’ prevista anche una rappresentanza delle Istituzioni bavaresi che si unirà in questo momento di cordoglio per Genova, per manifestare quanto il gemellaggio instaurato da Oktoberfest Genova tra le due città sia davvero profondo. Inoltre, presso gli stand dell’Oktoberfest, si potranno acquistare t-shirt benefiche, il cui ricavato sarà devoluto per le situazioni di emergenza che il crollo del ponte ha provocato alla città. In collaborazione con Associazione Gigi Ghirotti e Rotary Club Genova Centro Storico, il ricavato dello stand del caffè servirà invece per l’acquisto del Materasso Blue Matt, un tipo di materassino a depressione ideale per il trasporto dei pazienti in ospedale, attualmente necessario per gli Hospice di Albaro e Bolzaneto.

 

La birra e il cibo bavarese resteranno i grandi protagonisti, soprattutto nel tendone principale, interamente dedicato al cibo e alle bevande, dove sarà possibile assaggiare i piatti tipici, dagli antipasti ai dolci, grazie al miglior catering di cucina bavarese. Tra le specialità proposte: tagliere misto di salumi, gnocchetti bianchi speck e rucola, il bratwurst con patate fritte, l’immancabile stinco di maiale, il pollo arrosto, le costine, il prosciutto bavarese, i crauti e, dulcis in fundo, la sachertorte e lo strudel. Non mancherà certo il Brezel, il tipico pane intrecciato bavarese. La Birra proposta durante la festa sarà, come ormai consuetudine, l’Hofbräu, rigorosamente brassata dalla mitica Birreria monacense Hofbräu di proprietà dello Stato di Baviera, disponibile anche nella versione analcolica e per celiaci. Oktoberfest Genova, si caratterizzerà come nelle passate edizioni per l’attenta e scrupolosa politica sul Bere Responsabile, aderendo alla campagna delle Birrerie Tedesche per il Consumo Responsabile. All’interno del tendone principale verrà allestita come ogni anno un’Area VIP, dove, in collaborazione con alcuni ristoratori d’eccellenza del territorio, verrà proposta una entrée finger food.

Per tutte le informazioni visitate il sito ufficiale.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >