Viaggi
di Dailybest 6 Settembre 2018

Dieci anni di Oktoberfest a Genova, tra svago e beneficenza

l’Oktoberfest di Genova è l’unica manifestazione ufficialmente riconosciuta dalle autorità tedesche fuori dai confini della Germania

Da giovedì 6 a domenica 23 settembre 2018 torna in Piazza della Vittoria l’Oktoberfest di Genova, l’unica manifestazione ufficialmente riconosciuta dalle autorità tedesche fuori dai confini della Germania, organizzata dalla Birreria Hofbräuhaus di Genova di Alessio Balbi, in collaborazione con il Civ di Piazza della Vittoria e Ascom.

È il 2005 quando nel cuore della città apre i battenti la Birreria Hofbräuhaus, in tutto il suo fascino e la sua atmosfera bavarese: caratteristici tavoloni in legno decorati in bianco-azzurro, insegne delle vie di Monaco, decine di boccali appesi alle pareti, un fresco biergarten e, soprattutto, le birre del marchio Hofbräuhaus, per la prima volta diffuse in Europa fuori dai confini della Germania. Nello stesso anno viene organizzata la prima Festa della Birra, allora di tre giorni, nel comprensorio di Zum Zeri, nella zona della Lunigiana. Il grande successo e i numerosi genovesi presenti all’evento, spingono gli organizzatori ad avvicinarsi sempre di più al capoluogo ligure, finché nel 2009 inaugura in Piazza della Vittoria la prima edizione di Oktoberfest. “L’idea di portare l’Oktoberfest a Genova nasce da una grande passione per cultura e la convivialità bavarese – spiega l’organizzatore e titolare della Birreria HB Alessio Balbi – Avevo il sogno di portare un angolo di Monaco nella mia città: dopo tutti questi anni la manifestazione è diventata un appuntamento fisso per i cittadini genovesi e non solo, con grande sorpresa e soddisfazione posso dire che il mio sogno si è avverato”.

Visti i recenti drammatici episodi che hanno segnato la città di Genova, quest’anno più che mai l’Oktoberfest di Genova punterà sulla solidarietà e sulle iniziative di beneficenza. La cerimonia di inaugurazione di giovedì 6 settembre si aprirà con un minuto di silenzio in segno di rispetto per le 43 vittime del crollo del Ponte Morandi. Un gesto simbolico per manifestare vicinanza ai famigliari delle vittime e a tutti gli sfollati della Valpolcevera rimasti senza dimora, per non dimenticare l’accaduto ma anche per mostrare una città ferita, ma che lotta per rinascere. E’ prevista anche una rappresentanza delle Istituzioni bavaresi che si unirà in questo momento di cordoglio per Genova, per manifestare quanto il gemellaggio instaurato da Oktoberfest Genova tra le due città sia davvero profondo. Inoltre, presso gli stand dell’Oktoberfest, si potranno acquistare t-shirt benefiche, il cui ricavato sarà devoluto per le situazioni di emergenza che il crollo del ponte ha provocato alla città. In collaborazione con Associazione Gigi Ghirotti e Rotary Club Genova Centro Storico, il ricavato dello stand del caffè servirà invece per l’acquisto del Materasso Blue Matt, un tipo di materassino a depressione ideale per il trasporto dei pazienti in ospedale, attualmente necessario per gli Hospice di Albaro e Bolzaneto.

 

La birra e il cibo bavarese resteranno i grandi protagonisti, soprattutto nel tendone principale, interamente dedicato al cibo e alle bevande, dove sarà possibile assaggiare i piatti tipici, dagli antipasti ai dolci, grazie al miglior catering di cucina bavarese. Tra le specialità proposte: tagliere misto di salumi, gnocchetti bianchi speck e rucola, il bratwurst con patate fritte, l’immancabile stinco di maiale, il pollo arrosto, le costine, il prosciutto bavarese, i crauti e, dulcis in fundo, la sachertorte e lo strudel. Non mancherà certo il Brezel, il tipico pane intrecciato bavarese. La Birra proposta durante la festa sarà, come ormai consuetudine, l’Hofbräu, rigorosamente brassata dalla mitica Birreria monacense Hofbräu di proprietà dello Stato di Baviera, disponibile anche nella versione analcolica e per celiaci. Oktoberfest Genova, si caratterizzerà come nelle passate edizioni per l’attenta e scrupolosa politica sul Bere Responsabile, aderendo alla campagna delle Birrerie Tedesche per il Consumo Responsabile. All’interno del tendone principale verrà allestita come ogni anno un’Area VIP, dove, in collaborazione con alcuni ristoratori d’eccellenza del territorio, verrà proposta una entrée finger food.

Per tutte le informazioni visitate il sito ufficiale.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

-GIGA +FIGA

100% cotone Maglietta nera Serigrafia con slogan minimalista per nerd con stile. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >