Viaggi
di Simone Stefanini 14 Luglio 2020

Il giro d’Italia del benessere: le 10 terme gratuite più belle

Se non potete permettervi una SPA vi diamo noi qualche consiglio a costo (quasi) zero

Si scrive terme ma si pronuncia relax. Immersioni in acqua calda di origine sulfurea che fa bene a tutto, che leviga la pelle e che che porta via i cattivi pensieri.

Se però non potete permettervi un trattamento in una spa a causa dei prezzi esorbitanti, in Italia ci sono un sacco di terme a costo zero, dal nord al sud, che possono esaudire il vostro desiderio di benessere senza dover pensare, almeno per una volta, al portafoglio.

Ve ne diamo 10, per un ipotetico Giro d’Italia del benessere.

 

1) Le cascate del mulino a Saturnia (Grosseto)

A Saturnia, in Toscana, ci sono sia le terme a pagamento che quelle gratuite. Le Cascate del Mulino sono aperte a tutti, di conseguenza d’estate o nei weekend sono affollatissime, ma lo stupendo paesaggio di campagna e la forza delle cascate vale il viaggio. Il portafogli comunque portatelo perché nel bar adiacente si paga anche la doccia. Ma un paio d’eurini cosa volete che sia.

 

2) Terme di Caronte (Catanzaro)

Queste terme sono note fin dall’antichità. A 300 metri dallo stabilimento, c’è una vasca libera aperta a tutti, per farsi un bagno a 39° di acqua che sgorga dal vulcano. Se poi siete temerari, potete fare avanti e indietro tra la vasca calda e l’acqua fredda della cascata del fiume adiacente. Il momento migliore per andarci è a inizio estate, quando i turisti non l’hanno ancora insozzata tutta.

 

3) Terme libere delle Masse di San Sisto (Viterbo)

Qui non è che siano propri gratis. Dovete fare una tessera di 25 € all’anno che vi garantisce di andarci quando vi pare, quindi ci si può stare. I soldi servono per la manutenzione e per la pulizia. Sono consigliatissime per i bambini e per chi soffre di circolazione, perché potrete alternarvi tra acqua calda a 38° e acqua fredda a 18°.

 

4) Grotta delle Ninfe (Cosenza)

Già solo il nome vale una visita. Si tratta di un canyon in miniatura  con una pozza d’acqua a 30°. Non è molto spaziosa ma è sempre aperta ed è del tutto gratis. Se preferite la piscina, dovrete invece pagare 6 € ma l’atmosfera all’interno della grotta è sicuramente più magica. Se poi volete anche andare al mare, in 20 minuti potete farvi il bagno nell’acqua salata.

 

5) Terme di Vulcano (Messina)

C’è di tutto, dalla pozza con acqua termale ai bagni sulfurei in mare, fino alla fossa per fanghi e inalazioni. Non è del tutto gratuita, si paga 5 € ma volete mettere? Vi fate un trattamento degno di una vera e propria spa al costo di un pacchetto di sigarette, che se smettete di fumare ci guadagnate pure in salute.

 

6) Sorgeto (Napoli)

Siamo a Ischia, e il solo nome vale una vacanza. A Sorgeto l’acqua di mare incontra quella delle terme e il calore è fortissimo, arriva fino a 90°, ma il miscuglio delle due acque regala una sensazione splendida anche d’inverno. Occhio che per arrivarci ci sono 200 scalini da fare all’andata e al ritorno.

 

7) Bagni di San Filippo (Siena)

Il posto è davvero una favola. È definito la cascata immobile perché è un accumulo di calcare indurito che sembra a prima vista una montagna di neve, che dà la sensazione di trovarsi in pieno inverno, nonostante siate immersi nell’acqua calda. È tutto gratis ed è sicuramente una delle migliori terme libere in Italia.

 

8) Terme libere di Petriolo (Siena)

Anche in queste terme è possibile passare dall’acqua calda a quella fredda, grazie alla presenza del fiume Farma accanto alla sorgente termale. Gli ospiti abituali non gradiscono molto i turisti, ma il punto è spesso affollato durante la notte, per rilassarsi guardando le stelle. Niente male.

 

9) Terme del Bullicame (Viterbo)

Bullicare significa bollire. Il nome di queste terme proviene da Dante in persona e anch’esse hanno una vasca d’acqua calda e una fredda. Il posto è molto calmo e rilassante, anche se mancano del tutto i controlli, quindi meglio tenere gli occhi aperti, specialmente per quanto riguarda portafogli e vestiti.

 

10) Terme libere di Bormio (Sondrio)

Bormio è famosa per le terme a pagamento, che offrono servizi a dir poco miracolosi. Se invece avete voglia di un’immersione senza pagare nulla, c’è la Pozza di Leonardo, una vasca termale al centro di un panorama unico, libero e incontaminato. Per raggiungerla bisogna farsi a piedi un sentiero, che dà ancora di più il senso di libertà.

 

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >