Viaggi
di Simone Stefanini 25 Novembre 2015

Questi pazzi hanno attraversato tutta l’India con l’Ape car

Hanno partecipato alla Rickshaw Run, una gara all’avventura a bordo dei veicoli a 3 ruote

ape mymodernmet

 

Rick Grundy e i suoi due amici hanno fatto l’impresa, di quelle veramente ardue. In 14 giorni hanno attraversato da Nord a Sud tutta l’India, dal confine col Pakistan fino quasi allo Sri Lanka. Fin qui tutto bene se non fosse, i tre hanno compiuto il viaggio a bordo di un’Ape car. Non esattamente quella della Piaggio, ma una sua consorella che di solito viene utilizzata per tagliare il prato. Potenza complessiva: 7 cavalli. Tutta vita. In tutto hanno percorso la bellezza di 3.218 km e si sono ripresi con la GoPro attaccata a un selfie stick.

 

rickshawrun11 mymodernmet

 

Il tutto, per prendere parte alla Rickshaw Run, una gara per tutti i tipi di Ape car che partono all’avventura per tutta l’India,  da Cochin a Jaislamer, e concludono il proprio viaggio dopo aver attraversato ogni tipo di paesaggio e aver gustato le specialità culinarie della zona durante le soste (e pure un bel po’ di meccanici, perché i veicoli non sono poi così affidabili).

 

rickshawrun3 mymodernmet

 

Prima che il viaggio avesse inizio, i tre hanno pimpato l’esterno del loro veicolo. Un gruppo di pittori locali ha trasformato l’Ape in una sorta di aeroplano Spitfire della Seconda Guerra Mondiale, con tanto di ali (fortunatamente piegabili), elica e faccia con denti da squalo pronti a mordere l’asfalto. Ovviamente, si sono vestiti a tema, con giacche di pelle e occhiali da aviatore.

 

rickshawrun8 mymodernmet

 

La corsa vedeva ben 90 partecipanti, con una sola regola: partenza e arrivo erano nello stesso posto per tutti, poi ognuno era libero di fare i giri che voleva, bastava rispettare l’arco di due settimane. Una corsa che a pensarci somiglia un po’ alla Wacky Race di Dick Dastardly e del cane Muttley, strampalata e all’avventura.

 

rickshawrun1 mymodernmet

 

Il team di Grundy di solito viaggiava la mattina presto, sia per via del traffico minore sulle strade, sia per godersi le magnifiche albe indiane. I tre hanno scelto il percorso basandosi sulle bellezze che di volta in volta vedevano, sui paesaggi fighi e sulle possibilità di divertimento. Non si sono certo fatti mancare la sosta a Goa per fare il bagno.  Durante il viaggio, l’Ape è andata fuori strada un bel po’ di volte e alla fine, per loro stessa ammissione, era parecchio rovinata.

Il viaggio, sicuramente unico e spettacolare, è documentato in questo video di un’ora che il team ha pubblicato su YouTube.

 

 

rickshawrun7 mymodernmet

rickshawrun5 mymodernmet

rickshawrun6 mymodernmet

rickshawrun2 mymodernmet

rickshawrun10 mymodernmet

rickshawrun4 mymodernmet

rickshaw15 mymodernmet

rickshaw16 mymodernmet

FONTE |  mymodernmet.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >