Viaggi
di Elisabetta Limone 18 Settembre 2020

Sant’Elena Sannita: il borgo in Molise in provincia di Isernia che sa regalare pace e tranquillità

Seppure il Molise sia, ai più, noto come la regione che non esiste, in realtà è un luogo che racchiude tesori e bellezze naturali di inestimabile valore. Tra le sue meraviglie, ad esempio, vi è il bellissimo e antico borgo di Sant’Elena Sannita, una stupefacente località che si trova a circa ottocento metri di altezza. Qui, il tempo sembra essersi fermato. Infatti, i rumori del traffico e tutto ciò che è legato alla confusione e allo stress della vita moderna, sembra essere un qualcosa lontano anni luce.

Percorrendo i suoi vicoli e vicoletti, dunque, si sarà invasi da una grande pace e tranquillità. Seppure sia abitato da pochissime anime, la sua popolazione conta scarsi duecento residenti, a Sant’Elena Sannita si potrà vivere un fine settimana di grande interesse. Difatti, alloggiando presso l’unico B&B, Stella del Nord, che si trova in un antico palazzo risalente alla fine dell’Ottocento e proprio nel centro storico, sarà possibile visitare i tanti luoghi religiosi e storici che caratterizzano il Molise.

Ma, oltre che ammirare luoghi di grande interesse, chi decide di trascorrere un breve periodo di riposo a in questo borgo montano avvolto nel verde, avrà anche l’imperdibile occasione di essere in mezzo ad una incredibilmente bella natura.

La storia di Sant’Elena Sannita, offre, già di per sé, più che validi motivi per andarci. Infatti, fino al 1896, questo ameno borgo montano in provincia di Isernia si chiamava Cameli. Ora le origini di questo nome sono alquanto dibattute. Infatti, vi è chi sostiene che derivasse da una nobile famiglia che anticamente aveva il controllo del borgo, oppure perché le montagne che la circondano ricordavano le gobbe di un cammello. Quel che è certo, che seppure questo animale non si sia mai visto a Sant’Elena Sannita, nel vessillo comunale è ancora ben presente.

Invece, è nota la motivazione per la quale da Cameli il suo nome divenne quello attuale. Difatti, i vicini abitanti di Frosolone, erano soliti prenderli in giro, attribuendo a loro di essere stupidi come i cammelli. Ragione per la quale, la popolazione decise di assumere il nome di Sant’Elena, in onore della madre di Costantino, e di unire l’orgoglio di essere nel territorio appartenuto, un tempo, ai Sanniti.

Come avviene con NetBet, anche a Sant’Elena Sannita, è possibile fare delle piacevoli e interessanti scoperte.

Di fatti, alloggiando presso il BB nel suo centro storico, oltre che poter ammirare le bellezze conservate nelle sue antiche chiese come, ad esempio, la Chiesa di San Michele Arcangelo costruita nel 1600, la Santa Maria delle Grazie, ovvero la più suggestiva e ricca chiesa del borgo molisano, la Chiesa dei SS Cosma e Damiano, oppure il Palazzo Baronale e La fontana dell’Ortapiana, sarà possibile visitare il Museo del Profumo.

Infatti, Sant’Elena Sannita, delizioso borgo immerso nella natura, è la patria degli arrotini, ai quali è dedicata una meravigliosa statua di bronzo che si trova proprio al bel vedere, e dei profumieri. Difatti, gli arrotini di Sant’Elena Sannita erano soliti servire sia parrucchieri e barbieri per rasoi e forbici. Nel tempo, dato che sempre più vi erano richieste di colonie, di profumi, di cipria e di sapone da barba, gli arrotini incominciarono a vendere questa tipologia di prodotti.

Non per nulla, nella maggior parte delle profumerie di Roma e di Napoli, vi sono “botteghe” che, ancora oggi, arrotano coltelli oltre che vendere profumi. Quindi, andando a concludere, un soggiorno a Sant’Elena Sannita, ridente borgo in Molise in provincia di Isernia, saprà sempre regalare pace e tranquillità, così come l’occasione di scoprire i piaceri di una calda ospitalità e di una incontaminata natura.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >