Viaggi
di Gabriele Ferraresi 12 Maggio 2016

Villa Grock, il capolavoro liberty dove visse il re dei clown

Una meraviglia romantica e decadente tutta da riscoprire: sulle colline di Imperia

Villa Grock e il Museo del Clown Provincia di Imperia

 

Chi era Grock? Il più grande circense di sempre. Se siete cresciuti a Milano con qualche amico che ama palcoscenici e messe in scena, di certo il nome non vi suonerà nuovo, perché esiste da tempo la scuola di teatro Quelli di Grock: ma Grock, nato Charles Adrien Wettach in Svizzera il 10 gennaio 1880 ha lasciato molto non solo al mondo del teatro.

Infatti in Liguria – a Imperia – appoggiata sulle colline di Oneglia c’è ancora la sua splendida Villa Grock, e da qualche anno è tornata visitabile.

 

 

Grock giunse al successo planetario in un’epoca senza televisione, esibendosi nei teatri di tutto il mondo e sapeva fare tutto: figlio di un orologiaio, Grock fu illusionista, funambolo, clown, musicista… padroneggiava pressoché ogni arte circense al massimo livello possibile. Era una celebrità in tutto il mondo, e con i suoi numeri divertiva i potenti della terra – Winston Churchill lo adorava. E forse anche Hitler… – così come la gente comune. Giunse alla fama fin dagli anni dieci del secolo scorso, con tournée in Europa ed in America.

Poi negli anni venti conobbe “una donna di Garessio, Ines Ospiri, e scoprì Imperia nel 1921, quando venne a trovare i suoceri che si trovavano qui in villeggiatura. Se ne innamorò immediatamente, tanto che nel 1927,  iniziò i lavori di costruzione su un terreno acquistato nella zona collinare della città” si legge sul blog Vacanze in Liguria, e lì cominciò la storia di Villa Grock, in precedenza chiamata Villa Bianca.

 

Villa Grock e il Museo del Clown Provincia di Imperia

 

Nelle intenzioni di Grock quella di Imperia che vedete nelle immagini avrebbe dovuto essere la sua residenza estiva – e vi ospitò infatti spesso Charlie Chaplin, con cui si dice rievocasse scenette di spettacoli e scene di film – invece, una volta ritiratosi dalle scene nel 1954, divenne la sua dimora stabile. E così Grock, il re dei clown, passò gli ultimi anni della sua vita nel suo Vittoriale ligure, come un Gabriele d’Annunzio della risata, e morì il 14 luglio 1959 all’età di 79 anni.

A quel punto la villa rimase di proprietà della moglie, che la mantenne fino al 1974, anno in cui morì. Di lì in poi per la villa c’è un periodo buio, che si conclude con il restauro e la riapertura nel 2010.

Progettata dallo stesso Grock e dal geometra Armando Brignole, è una villa stilisticamente difficile da definire: sicuramente liberty, sicuramente art deco, sicuramente venata da un tocco romantico e decadente, forse è più giusto considerarla “una sorta di autoritratto, espressione di una personalità straordinaria, giocosa e creativa“, come si legge sul sito del Museo del Clown, oggi situato proprio all’interno della villa.

 

Villa Grock e il Museo del Clown Provincia di Imperia

 

Mentre su Fosca, un sito dell’Università di Genova, si aggiunge che “Osservando la villa, si nota la grande diversità fra lo stile prescelto per l’esterno (sommamente eterogeneo, con influssi barocchi, rococò, liberty e suggestivi echi d’Oriente) e quello deciso per l’interno, in cui prevale lo stile déco

Quel che importa, è che Villa Grock è una meraviglia da scoprire e riscoprire: quando e come visitarla? È aperta il lunedì e il mercoledì dalle 15.00 alle 18.00, e su prenotazione per gruppi di almeno 10 persone.

Tutti i dettagli sul sito del Museo del Clown.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >