Albero della Vita Expo
Web
di Dailybest 8 Dicembre 2015

Expo 2015: i dispositivi mobili l’hanno trasformata in una vera smart city

Un cantiere d’innovazione che può diventare il modello delle città del futuro

Albero della Vita Expo

 

L’esperienza di Expo a Milano ha acceso i riflettori sul tema delle infrastrutture del futuro. E non stiamo parlando solo dei piani per convertire il sito dell’esposizione universale sul cibo in un polo tecnologico per la ricerca. Ci riferiamo all’internet di domani: una rete senza fili veloce che connette le persone tra loro e alla città. Expo è stato anche questo: un esperimento di smart city in tempo reale.

Da cosa si riconosce una smart city? Il primo elemento da valutare è il ruolo di smartphone e tablet durante l’evento. Uno studio dell’Ericsson Consumer Lab ha analizzato la performance del traffico dati su reti 3G e 4G TIM durante Expo, fotografando abitudini d’uso dei dispositivi mobile che sono tra le più diffuse anche in contesti di vita quotidiana: messaggistica istantanea, traffico web, social network ed email.

 

Servizi mobile a Expo smart city Ericsson - I servizi mobile più utilizzati durante Expo

 

I visitatori hanno vissuto Expo come se fosse il quartiere tecnologico di una smart city. Connettersi, parlare con gli altri e ricevere informazioni in tempo reale sono attività che i cittadini si aspettano dal proprio tessuto urbano. Gli esempi di servizi intelligenti che sbocciano sul territorio italiano sono numerosi: certificati online, bike e car-sharing, banda larga, mobilità integrata, sportelli digitali e monitoraggio ambientale.

Le smart city hanno successo quando ci sono il coinvolgimento delle comunità locali e l’accesso a infrastrutture di nuova generazione. Senza internet veloce non si decolla. Ecco perché servono dei casi studio: i numeri della smart city Expo diffusi da Telecom Italia parlano di oltre 110 Terabyte di traffico dati in cinque mesi, più di cinque milioni di sessioni WiFi con picchi di 20.000 utenti in contemporanea e 21 milioni di biglietti emessi attraverso il cloud. Per fare un paragone, ogni settimana Expo ha prodotto una quantità di dati pari a quella generata dalla città di Foggia.

Per fare una smart city ci vuole internet, ma per fare internet ci vuole anche l’hardware: per Expo sono stati installati 300 chilometri di fibra ottica, 50 antenne per il traffico mobile, 450 server virtuali e 2 data center per un totale di più di 100 Terabyte di spazio d’archiviazione dedicato.

 

Concerto Gazze LTE  Il concerto di Max Gazzè a Expo diffuso con tecnologia LTE Broadcast

 

Le nuove infrastrutture cambiano anche il modo di vivere eventi come il concerto di Max Gazzè, che è stato diffuso durante Expo attraverso tecnologia LTE Broadcast – una soluzione che permette di vedere video mobile con qualità più alta, anche in tempo reale. È la stessa tecnologia che in un futuro prossimo permetterà a media di intrattenimento e social network di distribuire contenuti in alta qualità in aree affollate come concerti, stadi e quartieri metropolitani.

L’esperimento di Expo è terminato, ma le città italiane che hanno preso la strada della smart city sono qui per rimanere. L’approccio dei servizi interconnessi, l’internet delle cose (IoT), le comunità online e il crowdsourcing delle risorse avrà successo solo se i cittadini avranno tra le mani strumenti e infrastrutture senza limiti. L’evoluzione è in corso e non si può fermare.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >