Web
di Gabriele Ferraresi 16 Giugno 2016

Ma davvero Mark Zuckerberg ha comprato casa a Milano?

Un mix di provincialismo e fretta, e una notizia troppo bella per fare due verifiche prima di pubblicarla

mark zuckerberg casa milano  Davverooo?

 

Ne hanno scritto tanti in questi giorni: Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook, avrebbe acquistato un superattico a Milano, una spesuccia di circa 21 milioni di euro per 800 metri quadri nel quadrilatero della moda. Uella! Che roba! Ma per il 6° uomo più ricco del mondo, sarebbero spiccioli.

Intanto: avete notato come suona bene il condizionale? “avrebbe acquistato”, “sarebbero spiccioli”. Il condizionale, questo bel modo verbale che indica un evento o una situazione da realizzarsi in caso venga soddisfatta, per l’appunto, una certa condizione. Una cosa che potrebbe accadere. Non una certezza.

Qualche nome di chi ne ha scritto? A partire dai primi, Novella2000, poi ci sono stati Deejay.it, e MilanoToday, e Il Giorno, e TgCom24, il Milanese Imbruttito, e chissà quanti altri.

Fosse confermata da entrambe le fonti – l’agenzia che avrebbe condotto la trattativa, e Mark Zuckerberg, o che so Facebook, sarebbe davvero una notiziona: ma il problema è che la notizia arriva da una sola fonte, l’agenzia che avrebbe condotto la milionaria trattativa. Quindi già lì, qualche domanda me la farei.

Mentre l’altra fonte? Mark Zuckerberg, o figuriamoci, Facebook, non hanno fatto circolare mezza riga. Mark non saprà nulla: se ne starà a Menlo Park o nella sua magione di Palo Alto, a fare altro, a portare a spasso il cane…

 

 

La cosa meravigliosa però è un’altra: nessuno sembra si sia fatto mezza domanda leggendo il comunicato da cui veniva data la notizia, nessuno: hanno tutti fatto ctrl+c, poi ctrl+v di un virgolettato, e poi via “pubblica” subito, senza pensarci più. Un mix di fretta di “prendere il buco” dalle altre testate e di provincialismo del genere “Ah che roba, hai visto, Zuckerberg viene a stare da noi!” e via di orgoglio meneghino, un mix letale, generatore di fuffa.

Nessuno che si sia chiesto: ragazzi, ma siamo sicuri? Siamo sicuri sicuri che l’uomo che sta costruendo il futuro dei social media prenderà casa sotto la Madonnina?

Siamo sicuri che uno degli uomini più ricchi d’America, il 6° più ricco del mondo, uno che alla nostra di privacy tiene relativamente ma della sua è gelosissimo – tanto da acquistare gli immobili che circondano la sua vera casa – non solo prenda un immobile faraonico a Milano, ma lasci anche che la notizia venga divulgata con tutta questa leggerezza?

Mark è uno che ai suoi “privacy settings” ci tiene, molto più di quanto tenga ai nostri. Ma queste domande forse un lettore è normale che non se le faccia: lui legge. In una redazione invece fare un minimo di verifica, quando la cosa ti sembra troppo bella per essere vera, andrebbe fatta.

Dovrebbe essere un po’ prima dell’ABC farlo. Anche solo con una semplice ricerca su Google con il nome del protagonista dell’operazione – di cui non daremo generalità, né un link, ma lo trovate in fretta: noi evitiamo, che di pubblicità gratuita in questi giorni ne ha avuta a sufficienza – per scoprire le vicende passate e a presenti cui è associato, tra cui compravendite immobiliari con vip di ogni genere tutte da verificare.

E allora di chi è la colpa? È colpa sua, o di chi pubblica news troppo belle per essere vere senza aprire una tab di Google Search, e scoprire che un po’ di cautela forse era il caso di averla, che so, per esempio, una tab come questa? Ecco.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >