Web
di Marcello Farno 13 Aprile 2016

Tutto quello che devi sapere su Slack, l’app che crea dipendenza e vuole uccidere l’email

Viene usata da tante grandi aziende statunitensi e sta sbarcando anche nelle famiglie

slack-logo-wallpaper

 

L’aggettivo inglese slack è il corrispondente italiano di pigro, indolente o, meglio ancora, svogliato. Fino a qualche anno fa capitava di leggerlo in riferimento a certa musica che, per suoni lo-fi ma soprattutto atteggiamento lasco e rilassato, sembrava essere nata per bastare a se stessa. Tra i primi alfieri negli anni ’90 c’erano i Pavement, l’ultimo a subirne l’etichetta è stato il canadese Mac De Marco. Storie di ordinaria negligenza che col tempo, e la giusta dose di fortuna, si sono trasformate in oro. Proprio come quella di Stewart Butterfield, imprenditore canadese già famoso per aver lanciato Flickr, che nel 2011 ha creato da un insuccesso quella che, ad oggi, è una delle start-up più redditizie al mondo.

Si parla di 200 milioni di fatturato con un valore dell’azienda stimato attorno ai 3,8 miliardi di dollari. Si chiama, pensa un po’, Slack ed è nata per errore, durante lo sviluppo di un videogame poi andato a male. Ma cos’è? Semplicissimo: una app utilizzata per la comunicazione all’interno delle aziende. Che sostituisce tutte le e-mail, i messaggi e le chat del caso, organizzando il flusso di informazioni e file in un unico spazio. L’ideale per avere il pieno controllo da parte di chi sta al vertice della piramide, un meccanismo subdolo e ossessivo per chi staziona qualche gradino più in basso.

Di piattaforme come Slack ne è pieno il web, ma l’azienda di Butterfield è riuscita con perseveranza a imporsi sul mercato, attraverso l’attenzione ai feedback della community e l’implemento progressivo di features nel servizio. E arrivando negli uffici di alcuni giganti dell’informazione e dell’e-commerce, dalla NBC ad Amazon, da BuzzFeed ad AOL.

Una schermata tipo di Slack - via The Verge  Una schermata tipo di Slack – via The Verge

In un interessante articolo su Medium, Satya van Heummen, esperto di start-up, ha individuato la chiave del successo di Slack. Non solo il mix di design, prodotto, tempismo, hype e marketing, tutti fattori che potrebbero entrare in gioco in qualsiasi storia, ma la sua psicologia. L’idea che secondo van Heummen rende Slack veramente unico rispetto a tutti i suoi competitor, è che “se non finisci per seguirlo tutto il tempo, allora sei fuori dai giochi“. All’interno delle aziende e dei team di lavoro è molto importante informarsi su quello che succede in tempo reale e su tutti i fronti. Slack crea dipendenza, e allo stesso tempo, acuisce la pressione e la paura di isolamento sociale. Una macchina, come dice van Heummen, “terribilmente brillante“, che ti incatena al tuo posto di lavoro con una notevole dose di ansia da prestazione.

E questa pressione che rende le persone emotivamente bloccate, e fa in modo che esse investano ancora di più il loro tempo nell’azienda, nel prodotto. Questo è il vero motivo che rende piattaforme come Slack, Facebook, Snapchat delle billion dollar companies“.

Se anche la tua azienda usa Slack insomma, puoi annoiarti di meno, come recita il claim sul sito. E in mano hai lo strumento più subdolo per farlo.

E non è tutto: negli ultimi tempi Slack viene promosso anche come lo strumento perfetto per organizzare gli impegni di famiglia, dalle liste della spesa alle visite dal dentista, trasformando così l’app in una sorta di impalpabile porta del frigorifero, su cui appiccicare appunti e note. Insomma, dopo aver conquistato il mondo delle aziende, Slack vuole prendersi anche tutto il resto, con un chiaro obiettivo: uccidere una volta per tutte quel mezzo di comunicazione del secolo scorso chiamato email.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

Maglietta Amarti mi affatica

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con scritta "Amarti m'affatica".
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": PASSIFLORA, PEPERONCINO, MELANZANA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Passiflora Cerulea La passiflora è avvolgente, come un partner impetuoso, i suoi rami rampicanti circondano qualsiasi supporto possano incontrare. Governata da Venere, è usata negli incantesimi d’amore per dominare la passione. Il suo profumo intenso, infatti si accentua la sera conquistando così ogni tuo senso. Nella simbologia floreale ha virtù protettive, posizionata dinnanzi un ingresso evita intrusione. Peperoncino Peter Pepper Noto per la sua forma fallica, il Peperoncino Peter Pepper vi sorprenderà con il suo carattere deciso, il sapore aromatico e un grado di piccantezza adatto anche ai palati più delicati. L’attitudine erotica esplode in una rapida fioritura bianca per dare poi presto spazio ai suoi frutti. Adatto alla coltivazione in balcone, nella tradizione popolare è infatti una pianta da possedere per realizzare rituali di seduzione. Melanzana Bellezza Lunga Dimenticati della classica emoji perchè quello che stai per piantare è una “bellezza lunga”. La Melanzana contenente nel tuo kit avrà un aspetto fiero della sua struttura: eretta, alta almeno 30 cm, con frutti polposi e pronti per essere gustati in estate. Come ogni spasimante che si rispetti, prima di donarsi al tuo palato ti porterà in dono dei fiori. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >