Web
di Marcello Farno 13 Aprile 2016

Tutto quello che devi sapere su Slack, l’app che crea dipendenza e vuole uccidere l’email

Viene usata da tante grandi aziende statunitensi e sta sbarcando anche nelle famiglie

slack-logo-wallpaper

 

L’aggettivo inglese slack è il corrispondente italiano di pigro, indolente o, meglio ancora, svogliato. Fino a qualche anno fa capitava di leggerlo in riferimento a certa musica che, per suoni lo-fi ma soprattutto atteggiamento lasco e rilassato, sembrava essere nata per bastare a se stessa. Tra i primi alfieri negli anni ’90 c’erano i Pavement, l’ultimo a subirne l’etichetta è stato il canadese Mac De Marco. Storie di ordinaria negligenza che col tempo, e la giusta dose di fortuna, si sono trasformate in oro. Proprio come quella di Stewart Butterfield, imprenditore canadese già famoso per aver lanciato Flickr, che nel 2011 ha creato da un insuccesso quella che, ad oggi, è una delle start-up più redditizie al mondo.

Si parla di 200 milioni di fatturato con un valore dell’azienda stimato attorno ai 3,8 miliardi di dollari. Si chiama, pensa un po’, Slack ed è nata per errore, durante lo sviluppo di un videogame poi andato a male. Ma cos’è? Semplicissimo: una app utilizzata per la comunicazione all’interno delle aziende. Che sostituisce tutte le e-mail, i messaggi e le chat del caso, organizzando il flusso di informazioni e file in un unico spazio. L’ideale per avere il pieno controllo da parte di chi sta al vertice della piramide, un meccanismo subdolo e ossessivo per chi staziona qualche gradino più in basso.

Di piattaforme come Slack ne è pieno il web, ma l’azienda di Butterfield è riuscita con perseveranza a imporsi sul mercato, attraverso l’attenzione ai feedback della community e l’implemento progressivo di features nel servizio. E arrivando negli uffici di alcuni giganti dell’informazione e dell’e-commerce, dalla NBC ad Amazon, da BuzzFeed ad AOL.

Una schermata tipo di Slack - via The Verge  Una schermata tipo di Slack – via The Verge

In un interessante articolo su Medium, Satya van Heummen, esperto di start-up, ha individuato la chiave del successo di Slack. Non solo il mix di design, prodotto, tempismo, hype e marketing, tutti fattori che potrebbero entrare in gioco in qualsiasi storia, ma la sua psicologia. L’idea che secondo van Heummen rende Slack veramente unico rispetto a tutti i suoi competitor, è che “se non finisci per seguirlo tutto il tempo, allora sei fuori dai giochi“. All’interno delle aziende e dei team di lavoro è molto importante informarsi su quello che succede in tempo reale e su tutti i fronti. Slack crea dipendenza, e allo stesso tempo, acuisce la pressione e la paura di isolamento sociale. Una macchina, come dice van Heummen, “terribilmente brillante“, che ti incatena al tuo posto di lavoro con una notevole dose di ansia da prestazione.

E questa pressione che rende le persone emotivamente bloccate, e fa in modo che esse investano ancora di più il loro tempo nell’azienda, nel prodotto. Questo è il vero motivo che rende piattaforme come Slack, Facebook, Snapchat delle billion dollar companies“.

Se anche la tua azienda usa Slack insomma, puoi annoiarti di meno, come recita il claim sul sito. E in mano hai lo strumento più subdolo per farlo.

E non è tutto: negli ultimi tempi Slack viene promosso anche come lo strumento perfetto per organizzare gli impegni di famiglia, dalle liste della spesa alle visite dal dentista, trasformando così l’app in una sorta di impalpabile porta del frigorifero, su cui appiccicare appunti e note. Insomma, dopo aver conquistato il mondo delle aziende, Slack vuole prendersi anche tutto il resto, con un chiaro obiettivo: uccidere una volta per tutte quel mezzo di comunicazione del secolo scorso chiamato email.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >