Rossi e neri tutti uguali: incolpare Anastasio non serve a niente

Anastasio ha vinto X Factor 12 ma è anche al centro di una polemica sterile

Ve lo meritate Alberto Sordi!, gridava un Nanni Moretti impazzito che viene accompagnato all’uscita dal barista nel film di culto Ecce Bombo. Ai tempi, offendere una leggenda nazionalpopolare come Sordi era come bestemmiare in chiesa. Era la fine degli anni di piombo, c’erano gli ideali e le stragi, le rivolte di piazza e la polarizzazione dell’opinione pubblica. La stessa, estremizzata, che si trova oggi sui social, luogo di scontro per eccellenza, in cui ogni notizia, anche la più sciocca, diventa campo di battaglia.

Tutto questo preambolo serve per parlare del rapper Anastasio, 21 anni, fresco vincitore di X Factor 12, che in questo momento sta sperimentando la gioia ma anche la polemica in seguito a un articolo che scandagliava il profilo Facebook personale di Marco Anastasio (il suo vero nome), alla ricerca delle sue preferenze.

Un’indagine all’acqua di rose che ha mostrato i like del ragazzo, tra cui spiccavano quelli a Matteo Salvini, a CasaPound, a Donald Trump. Proprio lui, finalmente libero dalla residenza forzata nella casa del talent, ha dipanato il mistero alla prima conferenza stampa:

“C’è un caos politico completo, la destra si è ribaltata a sinistra e viceversa. La destra oggi difende i lavoratori, la sinistra è diventata liberista… è un casino. Ho opinioni su fatti di cronaca a volte da una parte e a volte dall’altra, non mi sento di etichettarmi. Sono un libero pensatore. Per me può dire cosa giusta anche Salvini, un’altra volta la può dire Renzi. Guardo a cosa dicono le persone, non a chi lo dice”.

Anastasio rinvia al mittente le accuse di fascismo e si definisce un libero pensatore, che è un po’ la poetica standard dei giovani di fine anni ’10, quelli nati con Berlusconi al Governo, che hanno conosciuto la sinistra con Renzi e  che sono stati allevati a son di Comunisti col Rolex di Fedez e J-Ax o con le strofe “Qual è la differenza tra sinistra e destra, cambiano i ministri ma non la minestra” di Ghali (Cara Italia).

Anastasio è un ragazzo del 1997 che oggi viene giudicato con la solita sassaiola da quelli più grandi di lui, quelli che hanno fatto in tempo a vedere la politica della Prima Repubblica e tutti i successivi tentativi di riformare una classe istituzionale corrotta, quelli che pensavano che il nemico più grande dell’Italia fosse Silvio, per poi rimanere senza fiato di fronte alla sconfitta capitale della ex sinistra e alla spartizione del Paese tra leghisti e grillini. Gli stessi che, come allenatori da casa durante la finale del Mondiale, hanno assistito inermi all’ascesa e al terribile declino di Matteo Renzi, l’uomo che anche ora, in questo preciso momento, tiene in ostaggio l’intera sinistra italiana. Quelli che sono arrivati a condividere i post anti governativi della Carfagna, che danno degl’ignoranti a più di metà dell’elettorato, che a conti fatti qualche tempo fa ha accresciuto anche le percentuali del loro Partito.

Anastasio potrà rimanere simpatico o meno, ma non merita la gogna, così come non la merita Sfera Ebbasta per la tragedia alla discoteca vicino Ancona. Se questa vicenda merita una riflessione, casomai dovrebbe essere quella di quanto è stata deprimente, immobile e autoriferita la politica degli ultimi 20-30 anni. Quella del Mi consenta, Ce lo chiede l’Europa e del Prima gli italiani. Fossi un ragazzo di 20 anni sarei confuso, ho il doppio degli anni e spesso sono confuso lo stesso. Mi rendo perfettamente conto che ho una scala di valori e che una fazione politica spesso non li rispetta, ma a volte non li rispetta neanche quella più vicina a me.

Anastasio ha poco più di 20 anni e nonostante appaia maturo per la sua età e pure spavaldo, come vuole la santa ingenuità di quegli anni lì, non può pagare per chi, gli errori, li ha commessi sul serio. Soprattutto, non per dei like su Facebook, siamo seri.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
35,00 €

Locandina de "Il Film del Concerto" di Andrea Laszlo De Simone

Locandina numerata e autografata del Film del Concerto di Andrea Laszlo De Simone con l'Immensità Orchestra, in triennale di Milano. L'illustrazione originale della locandina è a cura di Irene Carbone, illustratrice e fumettista torinese con studi alla Scuola Internazionale di Comics, dal 2015 nel duo creativo Irene&Irene e da tempo coinvolta nel progetto Andrea Laszlo De Simone per la realizzazione delle copertine dei dischi "Immensità" ed "Ecce Homo", i video d'animazione "11:43" e "Sparite Tutti", oltre ad aver ideato la creatività della cover digitale di "VIVO". Per “Il Film Del Concerto” ha realizzato a mano un'opera che riconduce al migliore immaginario cinematografico di Federico Fellini. L'opera sarà stampata in pochissime copie in edizione limitata, autografate dagli artisti.  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >