Ambiente
di Raffaele Portofino 2 Settembre 2019

Gli orsi ladri di miele diventano assaggiatori professionisti a loro insaputa

Orsi: se non puoi sconfiggerli, falli tuoi alleati!

Da che mondo è mondo sappiamo bene che gli orsi amano il miele e farebbero carte false per poter assaggiare tale prelibatezza ovunque si trovi, anche a costo di “rubarla”. Questa volta siamo in Turchia, luogo in cui l’ingegnere Ibrahim Sedef vive e lavora nell’apicoltura. Le sue giornate sono funestate dall’apparizione di un gruppo di orsi che sistematicamente distruggono gli alveari per fare scorpacciate di miele.

In un primo momento, Sedef ha costruito delle gabbie di metallo attorno agli alveari e ha lasciato agli orsi pane e frutta, così da poterli sfamare senza che distruggessero il lavoro di settimane. Questo stratagemma non ha funzionato fino in fondo ma ha dato al nostro un’idea niente male: l’ingegnere ha infatti iniziato a studiare il comportamento degli orsi per capire come evitare le continue razzie.

 green me

Dopo aver installato delle telecamere, ha deciso di sfruttare la golosità degli orsi per usarli come degustatori professionisti a loro insaputa e ha allestito un tavolo con quattro diversi tipi di miele, poi ha atteso la consueta visita per testare la qualità dei suoi prodotti.

Di tutte le vaschette contenenti il miele, gli orsi hanno preferito di gran lunga quello di Anzer. Beh, chiamali scemi, è il miele più costoso del mondo, che può arrivare a costare fino a 5.000 € al kg. Insomma: golosi e pure buongustai: questi orsi ci stanno sempre più simpatici!

 green me

FONTE | greenme.it

CORRELATI >