Art
di Sandro Giorello 20 Aprile 2016

Bellissimi mash-up tra capolavori dell’arte e stelle del cinema, il nuovo progetto di Luigi Tarini

L’artista cagliaritano propone questi abbinamenti con una tecnica decisamente particolare

Clint-estwood  Van Gogh’s Self Portrait + Clint Eastwood

 

Di collage che prendono i capolavori dell’arte e li mescolano con foto più moderne ve ne abbiamo già mostrati parecchi, quelli di Luigi Tarini, però, si distinguono per una tecnica decisamente particolare e una sottile ironia di fondo. È un artista cagliaritano che, dopo alcuni anni divisi tra Londra e l’Italia, ha deciso di spostarsi a Cracovia. Ha esordito con due tumblr divertentissimi: in uno inseriva gattini all’interno di foto sportive, nell’altro trasformava Obama, la Merkel e altri politici in star del cinema.

Ma il suo meglio lo dà quando crea questi fantastici mash-up tra i più importanti dipinti della storia dell’arte e gli attori più famosi di sempre.

“Volevo creare qualcosa di più efficace di un semplice fotomontaggio” – risponde Tarini –  “così ho provato ad alternare, a strisce, i due livelli su cui lavoravo. Quando ho visto che funzionava, dando alle foto un curioso effetto simil-cubista, ho scelto di concentrare i soggetti alle vecchie star di Hollywood e ai famosi ritratti dell’arte“.

 

Che legami c’è tra l’attrice – o l’attore – ed il quadro con cui interagisce?
Quando scelgo il dipinto di riferimento ho già un’idea dell’attore e dell’attrice che possono fondersi col personaggio. La ragazza con gli orecchini di perla per me è subito diventata Grace Kelly, così come con Van Gogh e Clint Eastwood. Per Frida Kahlo ho subito pensato a qualche attrice con le sopracciglia spesse, in qualche cassetto della mia memoria avevo l’immagine di Joan Crawford ed é risultata perfetta.

Tra questi mash-up ce n’è uno a cui sei particolarmente legato?
Direi Van Gogh e Clint Eastwood, perché è stato il primo e quello che fonde al meglio i due volti. Parlando di tecnica e di lavoro  – di ricerca su Google, sopratutto – il Bacio di Hayez è quello di cui vado più fiero.

 

7713_929858950461039_9061112486605754205_n  Hayez’s “The Kiss” & Clark Gable and Vivien Leigh

 

Cosa ti affascina, più in generale, del mash-up?
In tutti i miei progetti, da quelli più stupidi a quelli più seri, punto sempre sul contrasto degli opposti. Alla fine il contrasto è ciò che genera l’attenzione e lo stupore del pubblico, in qualsiasi contesto.

Dal momento che li hai citati, molti dei tuoi collage hanno un chiaro intento ironico. Qual è la foto a cui sei più affezionato?
Ce n’è una su Sport Balls: è uno scontro furioso durante una partita di football americano dove, al posto della palla, ho inserito un gattino; ancora rido quando la vedo. Se penso che in America divenne, insieme a tutto il blog, una bomba virale, credo proprio sia la più riuscita di tutte.

 

unnamed-3 tumblr.com - Sport balls replaced wit cats

 

Hai nuovi progetti in cantiere?
Sto cercando un posto dove esibire, qui a Cracovia, questi mash-up. È una città molto ricettiva a livello artistico, sono fiducioso di poter vedere le mie grafiche in uno spazio fisico.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >