Matthew Jacobson
Art
di Luca Comino 4 Maggio 2016

La vera traccia nascosta di un disco è la sua copertina

A lezione da Matthew Jacobson, designer, art director e collaboratore di Jack White e moltissime altre rockstar

Matthew Jacobson

 

Lo scorso giovedì 21 aprile, il posto migliore per l’aperitivo a Milano erano gli uffici italiani di DigitasLBi, l’agenzia per un mondo digitale del gruppo Publicis e riserva naturale di unicorni. Dalle 18.30 infatti era possibile partecipare all’evento Designing For Squares con Matthew Jacobson, uno che ha capito tutto: infatti non solo è Global Executive Design Director proprio di DigitasLBi, ma in più fa anche qualcosa di davvero interessante, cioè progetta e disegna copertine, poster e altre cose parecchio folli per musicisti come Jack White, Beck, Jerry Lee Lewis e gli Spoon.

E, come si dice, molti altri.

 

Matthew Jacobson

 

Io c’ero, mi sono emozionato (ok, c’entra anche il fatto che verso le 19, cioè nel cuore della presentazione, è arrivata sui social la notizia della morte di Prince e questo per me è stato un brutto colpo ma avere qualcosa su cui concentrarmi mi ha aiutato), dicevo, c’ero e proverò quindi a far capire a quelli che invece erano altrove cosa si sono persi.

 

 

Per circa un’ora e mezza, Matthew Jacobson ha fatto andare una playlist di idee, design fantastici e aneddoti che hanno messo bene in chiaro due cose secondo me molto importanti e collegate: l’importanza di fare qualcosa che davvero si ama e il fatto che non esiste lavoro troppo semplice o con troppo poco budget. I limiti servono proprio per trovare un’idea migliore.

Qualche esempio? Dovendo fare una compilation con i pezzi più significativi di una piccola etichetta indipendente con tantissimi brani e volendo realizzarla in vinile è impossibile farli stare tutti su un unico disco. Allo stesso modo è troppo costoso realizzare un doppio o triplo album. La soluzione è ovvia: realizzare il primo disco a 3RPM. Per capirsi, i dischi sono a 33RPM (revolutions per minute, ovvero giri al minuto), 45RPM e, una volta, anche a 78RPM. Un disco a 3RPM è cioè un disco che gira lentissimo e quindi può contenere molta più musica. Non ci sono apparecchi in grado di suonarlo, è vero… ma basta rallentare il disco con le mani, come farebbe un DJ.

 

Jack White matthew jacobson magicpaper

 

Oppure quella volta che, per un concerto di Jack White a Las Vegas, Matthew ha realizzato quello che molti giudicano “The coolest gig poster ever designed“. L’immagine è una slot-machine vecchio stile e ogni poster aveva una diversa combinazione di simboli nascosta sotto una classica vernice gratta e vinci, con veri premi in palio. Date un’occhiata su eBay: uno di quei poster oggi vale parecchie centinaia di dollari.

E poi tantissime copertine, grafiche, fotografiche, psichedeliche, elaborate o semplicissime: il racconto della loro genesi ha gettato un po’ di luce sulla sensazione che conoscono bene tutti quelli che hanno passato ore a flippare tra i rack dei CD e dei vinili dei negozi di dischi della propria città. Quel mix di pura possibilità regalata della cover e di immediata e totale soddisfazione promessa della musica contenuta dentro. Una tensione che, quando il designer ha fatto bene il suo lavoro, non si allenta mai: la copertina continua a far sognare e a far venire voglia di cercare le risposte nella musica, anche dopo anni.

 

Spoon They Want My Soul matthew jacobson magicpaper

 

Insomma, come un brano in più, una hidden track senza la quale la musica non sarebbe completa. Ma come sarà la cover del futuro? Matthew Jacobson ha diverse idee a riguardo. Anzitutto, ha fatto notare una tendenza che si afferma sempre di più nell’era dello streaming: copertine senza testo.

Perché tanto nome dell’artista e titolo dell’album sono sempre presenti nell’interfaccia digitale vicino al visual. E questo potrebbe aprire la strada a copertine pensate fin dall’inizio come video o animazioni. Un trend che non si è ancora affermato del tutto, ma che, appena lo farà, offrirà nuove possibilità ai designer e nuovi sogni a chi ama la musica.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >