Art
di Giulia Montani 25 Ottobre 2019

Le persone che si schiantano al suolo nelle fotografie di Sandro Giordano vi faranno ridere ma anche riflettere

Fotografie schiantate. Sandro Giordano è il fotografo ideatore di una serie di foto che vi farà ridere e riflettere al contempo. Pronti a scoprirlo?

Divertenti ed estremamente curiose sono le foto di Sandro Giordano  in cui le persone si schiantano al suolo o addosso alle cose nei modi più strani ma non del tutto inverosimili.

Inusuale nella sua rappresentazione, l’idea che sta dietro alle foto di Giordano scava nel profondo.
Da come si può leggere nel sito ufficiale dell’artista:

Le mie fotografie sono “racconti” su un mondo che sta crollando. Ogni colpo racconta personaggi sfiniti che, in un improvviso oscuramento della mente e del corpo, si schiantano senza tentare di salvarsi. Non sono in grado di farlo, a causa della fatica della rappresentazione quotidiana della vita, oppressi dall’apparenza anziché semplicemente esistere.

Non c’è descrizione migliore per spiegare ciò che fa.
Attraverso queste parole, infatti, Sandro Giordano ci mostra come riesce a trattare un argomento così sentito nella società contemporanea con estrema leggerezza attraverso foto bizzarre e uniche nel loro genere ma senza, per questo, togliergli importanza.

BELLO SPETTACOLO COMPLIMENTI – Barcelona (2018) – © Sandro Giordano  BELLO SPETTACOLO COMPLIMENTI – Barcelona (2018) – © Sandro Giordano

 

ESAME ORGANOLETTICO – Arezzo (2018) – © Sandro Giordano  ESAME ORGANOLETTICO – Arezzo (2018) – © Sandro Giordano

Da quelle che ti tornano in mente appena fai un paio di gradini, mettendoti l’ansia di una rovinosa caduta che sta aspettando solo te (“Immediate boarding gate 22”), a quelle più assurde e spietate ma estremamente rappresentative del peso situazionale che può vivere la donna di “Meal in three minutes”, ogni fotografia ha la necessità di essere osservata attentamente.

IMMEDIATE BOARDING GATE 22 – Vlissingen (2014) – © Sandro Giordano  IMMEDIATE BOARDING GATE 22 – Vlissingen (2014) – © Sandro Giordano

 

MEAL IN THREE MINUTES – Arezzo (2018) – © Sandro Giordano  MEAL IN THREE MINUTES – Arezzo (2018) – © Sandro Giordano

 

Studiando ogni foto e considerandole poi nell’insieme, alcuni particolari potrebbero essere notati anche dall’occhio meno abituato come, ad esempio, il fatto che nessun protagonista viene mai mostrato in volto, oscuramento appositamente pensato dall’artista per concentrare tutta l’attenzione sul corpo dell’attore.

È infatti il corpo, per Giordano, a dover essere al centro della scena perché simbolo dell’impatto più distruttivo per l’uomo, quel “toccare il fondo” che può poi solo farti risalire eliminando qualsiasi tipo di forzatura e finzione a cui ognuno di noi si sottopone nel mondo contemporaneo per diventare l’individuo perfetto.

MY WORST NIGHTMARE – Barcelona (2018) – © Sandro Giordano  MY WORST NIGHTMARE – Barcelona (2018) – © Sandro Giordano

 

Altro importante dettaglio, meglio visibile all’osservatore più attento, è che ogni persona tiene in mano un oggetto, l’unico salvato nel caos e nel disfacimento della scena realizzata insieme ai vestiti e alle acconciature. Queste cose, rimaste integre, rappresentano per l’artista proprio il mondo di finzione contro cui il soggetto si schianta e da cui tenta di evadere una volta schiantatosi.

RECENTLY EMPLOYED – Milano (2018) – © Sandro Giordano  RECENTLY EMPLOYED – Milano (2018) – © Sandro Giordano

 

Come approcciarsi a queste foto dopo aver scoperto il significato più intrinseco datogli dall’artista?
Ovviamente, come per ogni opera d’arte che si rispetti, le sensazioni che ogni foto passa sono estremamente soggettive e non criticabili ma tranquilli, niente sensi di colpa se guardando le fotografie avete sentito esplodere dentro di voi un senso di stupore e divertimento. Ridere in modo quasi liberatorio di queste persone schiantate al suolo, è proprio l’effetto ricercato da Giordano che mira a raccontare la tragedia attraverso l’ironia, facendo così riflettere in un secondo momento chi guarda.

Come scrive il fotografo:

Quella risata, infine, è una RIVELAZIONE.

Per saperne di più, non perdetevi il dietro le quinte presente sul sito di Sandro Giordano.

SUGAR FREE PLEASE – Roma (2019) – © Sandro Giordano  SUGAR FREE PLEASE – Roma (2019) – © Sandro Giordano

CONTATTI
Sito ufficiale
Pagina Instagram
Pagina Facebook

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >