Regione-Alpina
Art
di Lorenzo Mannella 4 Dicembre 2015

Un utente Reddit ha proposto nuove bandiere per le regioni italiane

Vi spieghiamo anche perché sono solo 12 e non 20

La bandiera alpina Imgur - La bandiera della nuova regione Alpina secondo LurkerNo527

 

Dodici bandiere mai viste prima pronte a sventolare nelle altrettante regioni italiane. No, non è un errore di calcolo. Negli ultimi mesi è emersa una proposta di due parlamentari del Partito democratico – Morassut e Ranucci – per ridurre il numero di regioni da 20 a 12 entro il 2016. L’utente LurkerNo527 ha preso la palla al balzo e, ispirandosi al nuovo assetto, ha mostrato le sue creazioni alla community italiana di Reddit, riscuotendo una serie di apprezzamenti e critiche.

Secondo la proposta di Moeassut e Ranucci, le regioni come le conosciamo oggi andrebbero tutte accorpate tranne Lombardia, Emilia-Romagna, Sardegna, Sicilia e Roma Capitale, che uscirebbe dal Lazio per diventare una regione a sé stante. C’è da dire che il governo non è entusiasta della cosa e non dà segni di voler appoggiare l’accorpamento in macro-regioni.

 

Riforma con 12 regioni  Come passare da 20 regioni a 12 in una mossa sola

 

Tuttavia, se Camera e Senato dovessero decidere che le regioni vanno effettivamente tagliate – un po’ come si vuole fare per le province – il problema sollevato da LurkerNo527 si porrebbe per davvero. Come si fa a trovare una bandiera comune che raccolga identità e tradizioni che – seppure tutte italiane – appartengono a regioni che si sentono diverse tra loro?

 

 

Apprezzo il tentativo di usare solo forme geometriche e un limitato numero di colori ma non funziona: a Venezia o lasci il leone o chiede la secessione e ripristina la Serenissima” scrive EnderStarways. “Scherzi a parte: la bandiera deve essere identificativa e deve tenere conto della storia passata. A tal proposito mi piacciono molto quella di Sardegna e Sicilia: una semplificazione senza rompere del tutto col passato.

Tuttavia, disegnare una bandiera non è facile neppure per le regioni che manterrebbero la propria identità. “Quella della Lombardia sembra un qualche cartello di segnalazione, tipo i quadrati rossi e bianchi in aeroporto” dice ZugNachPankow. Con qualche piccola eccezione, come sostiene furlongxfortnight per la Sardegna: “puoi scommetterci che i Quattro Mori sono un ‘big deal’. Impossibile cambiare bandiera.

 

Palette delle bandiere regionali imgur - Palette delle bandiere regionali disegnate da LurkerNo527

 

Il design proposto da LurkerNo527 è minimalista: come ha fatto notare lui stesso, per realizzare le bandiere regionali ha utilizzato esclusivamente sei colori – il tricolore italiano più blu, giallo e nero. Tuttavia, bisogna anche riconoscere che alcune delle bandiere originali delle regioni italiane sono un po’ un pugno nell’occhio.

Che la proposta di accorpamento delle regioni si avveri o no, potremmo aver effettivamente bisogno di nuove bandiere. Abbandonare i vecchi simboli per i nuovi non è facile, ma è anche vero che le identità locali più forti sono quelle dei comuni. In effetti, le regioni come le conosciamo oggi sono un’istituzione abbastanza recente.

Comunque vada, LurkerNo527 ha già fatto sapere a tutti cosa pensa delle sue bandiere: “Full disclosure: sono soddisfatto solo della Alpina e un po’ dell’Appenninica, mentre Triveneto, Emilia e Lombardia sono quelle che mi sono venute peggio.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Virginia Mori

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Virginia Mori Nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all’Istituto Statale d’Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell’illustrazione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >