Art
di Marco Villa 6 Ottobre 2017

I tarocchi dei social network di Jacopo Rosati: i nuovi arcani al tempo di Facebook e Instagram

Dal troll all’hater, passando per le fake news e le classiche truffe: i nuovi tarocchi dei social network illustrati da Jacopo Rosati

Il Sole, la Luna, la Morte, ma anche l’Appeso e il Matto: sono solo alcune delle figure che da sempre compongono gli arcani dei tarocchi. Figure simboliche, in grado di raccontare molto dell’esistenza di chi si sottopone alla lettura. Per chi crede a questo tipo di interpretazioni, ovviamente. La notizia è che da oggi è disponibile un intero mazzo di nuovi tarocchi, che prendono ispirazione non dalle storiche figure della tradizione, ma da quelli che sono i nuovi simboli della vita quotidiana: i tarocchi dei social network.

Si tratta dei Tarocchi dei social network e a realizzarli è stato l’illustratore italiano Jacopo Rosati, che ha messo insieme figure tipiche dei nostri tempi online: dal principe africano che cerca di truffarti via mail chiedendoti soldi al troll, dalle fake news all’hater, passando per Acrobat, non nel senso dell’acrobata ma del software. “Mi piaceva l’idea di poter unire il vecchio al nuovo – ci racconta Jacopo Rosati – Dal punto di vista concettuale i tarocchi rappresentano un previsione del futuro, quindi mi sembrava interessante accostarli a delle situazioni quotidiane che viviamo ogni giorno sul web”.

I tarocchi dei social network Jacopo Rosati - I tarocchi dei social network

Il risultato di questo lavoro è una serigrafia con tutte le nuove carte, realizzata a Venezia presso il Laboratorio Fallani: “Dal punto di vista tecnico ero interessato ad utilizzare un segno grezzo – continua Rosati – con un fuori registro piuttosto marcato per dare l’impressione di una stampa antica e povera. Questo mi ha aiutato ad unire un’estetica arcaica ma con dei contenuti estremamente attuali”

Qual è la figura che va temuta di più in un’ipotetica lettura di questi tarocchi dei social network?
Probabilmente la “Fake News” è la carta più pericolosa perché ha il potere di distorcere la realtà nelle menti di quelle persone che non riescono ad analizzare gli eventi in modo oggettivo ed accurato. È una carta che porta alla mistificazione della realtà e penso che i social network siano colpevoli di non cercare di porre un freno alla diffusione dei portali dove circolano notizie false e costruite per mistificare la realtà.

E la più fastidiosa?
Sicuramente i gattini perché rappresentano quel tipo di contenuto di basso livello che quasi sempre prevale sul contenuto di qualità.

 

 

È stato difficile delineare tutto le figure dei tarocchi dei social network? Qual è la prima e quale l’ultima trovata?
Non molto in realtà, avrei voluto inserire delle figure più irriverenti ma ho preferito una linea che definirei “politically correct” forse per paura di offendere qualcuno finendo per pescare io stesso la carta del Troll, la prima che ho disegnato. L’ultima carta che ho disegnato è stata “Dick pic” perché era la più complicata dato che rischiavo di essere volgare.

I social sono relativamente giovani, si parla di meno di 10 anni, secondo te come è possibile che si siano già create figure così delineate?
Diciamo che molte di queste figure esistevano anche prima dei social ma, nell’internet “primitivo”, era più difficile entrare in contatto con le persone. I forum e le chat mIRC prevedevano un minimo di conoscenza dello strumento e quindi non tutti ne avevano accesso, questo portava ad una selezione degli utenti. Inoltre bisognava rispettare alcune regole di educazione e di scrittura, altrimenti si veniva allontanati. Adesso tutto è molto più facile, tutti possono dire la loro e questo ha abbassato notevolmente il livello. Queste figure sono un po’ come le maschere della commedia dell’arte, molte persone sul web tendono ad indossare maschere diverse in base alla situazione perché si viene a creare una sorta di distacco emotivo fra web e realtà.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Virginia Mori

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Virginia Mori Nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all’Istituto Statale d’Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell’illustrazione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
50,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >