Geek
di Mattia Nesto 22 Agosto 2021

Ghost of Tsushima Director’s Cut. Il nuovo magnifico viaggio nell’isola di Iki

Molto più di un’espansione, ma non aspettatevi una rivoluzione: i samurai di casa Sony sono tornati più letali che mai!

Come forse avrete avuto modo di leggere nella nostra recensione, Ghost of Tsushima, uscito quasi un anno fa come esclusiva di Sony PlayStation 4, mi aveva molto divertito oltre che per il lato “giocoso” e immediatamente fruibile anche per un comparto artistico e di sceneggiatura di primissimo livello, quindi, quando è stato annunciata l’espansione e la versione aggiornata per PS5 (inaugurando un modus operandi che sarà poi replicato il prossimo 24 settembre con Death Stranding Director’s cut) ero davvero curioso. Beh, dopo aver esplorato in lungo e in largo l’isola di Iki (teatro, appunto, di questa espansione) ve lo posso dire: la Ghost of Tsushima Director’s cut riesce a divertire e intrattenere alla grande, pur confermando, anzi seguendo in modo lineare e conservativo le caratteristiche proprie del titolo “originale”.

Jin, il nostro protagonista, questa volta “sarà supportato” dal nuovo controller PS5. Questa è probabilmente l’innovazione che non solo ho maggiormente gradito ma anche quella nella quale gli sviluppatori hanno lavorato di più dal punto di vista tecnico. Infatti, oltre ovviamente a una maggiore risoluzione grafica e alla granitica fluidità offerta dai 60, benedetti, fotogrammi al secondo, la Ghost of Tsushima Director’s cut offre un feeling aptico che permette al giocatore, tramite il proprio controller, di sentire, per esempio, la corda dell’arco che si tende prima di scoccare una freccia. Questa innovazione, apparentemente di poco conto, dona invece profondità e immersività al gameplay.

Gameplay, per altro, che come abbiamo detto prima non presenta poi particolari aggiunte ma in questa “espansione” è tutto più curato. Le animazioni sono più fluide e coerenti con i movimenti del protagonista, i duelli ancora più spettacolari e, soprattutto, il comparto audio, grazie alle cuffie Pulse 3D di casa Sony, non offre soltanto emozioni a non finire ma anche la possibilità di individuare, appunto tramite il suono, la posizione dei diversi nemici di gioco.

Tuttavia è sul comparto estetico e grafico, oltre che sulla sceneggiatura e sulla costruzione della psicologia di Jin che la Ghost of Tsushima Director’s cut mostra il suo meglio. Il livello di scrittura, a tratti eccelso, è fin troppo raffinato per un gioco “pop” come questo, e alcuni scorci dell’isola di Iki, credetemi, non ve li scorderete facilmente. Insomma, molto più di un’espansione ma non aspettatevi una rivoluzione: i samurai di casa Sony sono tornati più letali che mai!

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
24,99 €

Lucchetto ad impronta digitale

Ecco il lucchetto più intelligente che c'è. Per aprirlo non servono chiavi, ma basta la tua impronta digitale. Il lucchetto smart è prodotto dall'azienda cinese Xiaomi, che sforna ogni anno ottimi prodotti di elettronica di consumo. Si apre grazie al semplice tocco delle dita, perché riconosce l'impronta digitale del suo padrone. Ricordi quella volta che sei sceso dall'aereo, hai ritirato la valigia e ti sei accorto che non avevi più la chiave del lucchetto? Non succederà più. Fatto in lega di zinco e acciaio è figo, tutto liscio, senza pile da cambiare perché è ricaricabile con un comune cavetto micro USB. A leggere le specifiche tecniche può stare in standby fino ad un anno ed è anche resistente all'acqua. Infine, può memorizzare fino a 20 impronte digitali, così puoi condividerlo con altre persone o, addirittura provare ad aprirlo con le dita dei piedi. Ecco tutti i dati: Nome prodotto: NOC LOC Fingerprint Padlock Metodo di apertura: impronta digitale Materiali: lega di zinco e acciaio Lettore di impronta: semiconduttore Alimentazione ricarica: cavo Micro-USB Impronte memorizzabili: 20 Indicatore batteria scarica: punto LED Tipo batteria: 110mAh ricaricabile Livello di resistenza all'acqua: IPX7 Durata in standby: 1 anno Aperture con una ricarica: 2500 volte Dimensioni: 36mm x 18mm x 38mm Il pacchetto include 1 lucchetto. Il prodotto viene spedito dalla Cina.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >